BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down
Logo
Stampa questa pagina

CARSOLI,"TANTE E TROPPE DISCARICHE ABUSIVE A CIELO APERTO"

Carsoli-Sul tema delle discariche abusive  e in generale sull'ambiente,torna a parlarne Sandro Proia che in un suo Post sulla sua pagina Facebook scrive:<<Il Sindaco di Oricola presso il proprio Comune, giovedì 18 Giugno ore 9:30, (quindi proprio questa mattina), organizzerà un incontro con alcuni Rappresentanti dell'ARTA (Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente).Sarà presente all’incontro anche il Nostro Sindaco V.Nazzarro. Il tema sarà il problema del fenomeno, al momento di natura sconosciuta, degli “Odori Nauseabondi” percepiti dagli abitanti di Oricola.

A Carsoli, invece, abbiamo un ENORME problema sotto gli occhi di tutti: "TANTE, TROPPE DISCARICHE ABUSIVE a CIELO APERTO", alcune anche in prossimitá o sopra corsi d'acqua.Da cittadino attento alla tematica e promotore della Petizione Popolare protocollata in data 11/06/2015 n° 0004889, gradirei, se possibile, un incontro pubblico e partecipato anche alla popolazione, (in orari comodi), nel 'Nostro Comune' con il Nostro Sindaco e i Rappresentanti dell'ARTA, per valutare "attentamente" la situazione attuale sul nostro territorio e per capire eventualmente se c’è "un’ipotetica" situazione di rischio ambientale, di salute o altro. Voi che ne pensate?

Sul sito dell'ARTA ci sono degli studi riferiti anche a Carsoli. Nei 5 allegati dell’ “anagrafe dei siti inquinati”, risultano zone del territorio di Carsoli.Ma la cosa che sorprende di più sapete qual è?Sapete quel censimento Regionale pubblicato sul portale a che anno si riferisce?Studio commissionato nel 2002, terminato e pubblicato nel 2006. Secondo Voi le varie situazioni ambientali sono cambiate o sono rimaste immutate?Io penso più la prima...Magari ci saranno anche dei dati più ‘freschi’, ma io che voglio ‘sapere’, almeno sul portale, non riesco a trovare nulla di più recente.Se voi li trovate fatemi sapere..!!

La SALUTE e L'AMBIENTE non possono aspettare neanche un minuto di più!C’è bisogno di informazione e partecipazione!

Copio e incollo dal sito dell'ARTA:

A partire dal 2002, incaricata dalla Regione, l’Arta ha controllato in modo sistematico i siti contaminati giungendo nel 2006 al completamento del primo censimento regionale, recepito con la D.G.R. n. 1529/06, in cui è stata pubblicata la “Anagrafe regionale dei siti a rischio potenziale”. L’Agenzia procede ad un regolare e continuo aggiornamento dell’anagrafe, trasferendo periodicamente le informazioni alla Regione che, con apposita D.G.R. provvede all’aggiornamento entro il 31 dicembre di ogni anno. L’aggiornamento attualmente vigente è quello della D.G.R. del 3/3/2014 n. 137...;

Ma se andate sul sito, le tabelle di riferimento sono ormai vecchie, è possibile aggiornarle con nuove misurazioni e studi o dobbiamo credere che da quel dì non sia cambiato nulla sul nostro territorio?Sempre da quelle tabelle, sul Nostro territorio, risulta solo 'frazione di Tufo’ e ‘frazione di Colli di Monte Bovi' (si Bovi c’è scritto..); e tutti gli altri siti che abbiamo e avevamo sul territorio?

P.S L'argomento ARTA e i dati sul sito erano già stati trattati sulla mia pagina Fb più di un anno fa. Da quel giorno, almeno sul sito, non è cambiato nulla...Invece la situazione sul Nostro territorio è peggiorata… Notevolmente peggiorata..

A riveder le stelle>>.

Ultima modifica ilSabato, 20 Giugno 2015 16:09
Copyright ©2015, All Rights Reserved.Developed by M.M. Cavalierenews è una testata di informazione - Aggregatore news:Xinnovation srl, via Gorizia 70 - 09028 Sestu CA - p. Iva 03789500927