BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CARSOLI, INTERVISTA ESCLUSIVA A TULLIO LUCIDI SULLE ELEZIONI POLITICHE DEL 4 MARZO: Redazione- In vista delle imminenti elezioni politiche del 4 marzo, lo scrittore Tullio Lucidi di Oricola ci ha voluto concedere una esclusiva intervista che, qui di seguito, riportiamo:<<Domanda: Le tue argomentazioni nella “lettera aperta” del 18 febbraio 2018 con la FESTIVAL DELLA PIANA DEL CAVALIERE: -SALOTTI IN MUSICA-: Portiamo la musica classica nelle case di tutti Redazione-Salotti in Musica è il nuovo progetto ideato dal Festival della Piana del Cavaliere che, insieme all'Accademia, offre la possibilità di ospitare un concerto nelle case di chiunque voglia condividere una serata tra CARSOLI, CONVOCATO CONSIGLIO COMUNALE IN SESSIONE STRAORDINARIA PER LA NOMINA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO E DI UN NUOVO ASSESSORE: Consiglio Comunale in Sessione Straordinaria CARSOLI, RINVIATO L'INCONTRO CON LA CANDIDATA DEL PD LORENZA PANEI: Redazione-Il Circolo del Pd di Carsoli-Piana del Cavaliere comunica che ,<<a causa di  un imprevisto sopraggiunto, l'incontro con la candidata Lorenza Panei di giovedì 22 febbraio  è stato  rinviato alla prossima settimana. A breve comunicheremo la nuova data>>. CARSOLI, IMPUGNATA L’ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE DEL PRESUNTO OMICIDA DELLA BADANTE RUMENA DAVANTI AL TRIBUNALE DEL RIESAME DELL’AQUILA: Redazione- L’udienza per il riesame del provvedimento di custodia cautelare del presunto omicida A.F. della badante rumena è stata fissata lunedì prossimo a l’Aquila. A comunicarlo agli organi di stampa è stato l’Avv. Difensore Paolo Frani che ha chiesto la MASSIMO URSINO DI FORZA NUOVA LEGATO MANI E PIEDI E PESTATO IN STRADA: Redazione-Almeno sei persone hanno accerchiato a Palermo il responsabile provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino, legandolo mani e piedi con nastro adesivo da imballaggio e pestandolo a sangue. E' accaduto nella trafficata e centrale via Dante, intorno alle 19, coi GIULIANOVA, STUDENTE MAROCCHINO FA LO SGAMBETTO A UN SUO COMPAGNO ITALIANO: LUI REAGISCE E LO ACCOLTELLA AL VOLTO. DENUNCIATO: Redazione-Uno studente marocchino di 17 anni aggredisce e sgambetta un compagno di scuola italiano prima dell’ingresso in aula. Il diciottenne reagisce e lo accoltella gravemente al volto. Denunciato per lesioni personali aggravate.Come riporta l’Ansa, l’aggressione è avvenuta all’istituto “Itis” di Giulianova, in - IL TRAM E LA LUNA- , IL NUOVO DISCO DEI PCP A MILANO VENERDI' 23 FEBBRAIO: IL PRIMO BRANO ESTRATTO E’ “TANGO SBAGLIATO” IL VIDEO DISPONIBILE DA VENERDI’ Redazione-I PCP Piano Che Piove, capitanati dal chitarrista e autore Ruggero Marazzi, dopo due anni dall’ultimo progetto discografico, presentano il nuovo disco di inediti “Il tram e la UN SUCCESSO LA PARTECIPAZIONE DEL POLO MUSEALE DELLA CALABRIA ALL'EDIZIONE DI TOURISMA A FIRENZE: Il Polo Museale della Calabria, diretto da Angela Acordon, ha partecipato con successo alla quarta edizione di TourismA, Salone del Turismo Archeologico inaugurato il 15 febbraio nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio e svoltosi a Firenze presso il Palaffari FRATELLI D'ITALIA: A ROMA UNA FIRMA PER L'ABRUZZO: Redazione-La nostra leader, Giorgia Meloni, l’ha definita sin dalle prime fasi organizzative “La manifestazione anti-inciucio”: noi candidati, giunti a Roma da tutta Italia, l’abbiamo vissuto come un patto stretto con le nostre terre, le nostre origini, le industrie dei nostri

E’ COMPARSA LA PRIMA NEVE SUL VELINO: SI RIGENERERANNO LE FALDE ACQUIFERE?

Il Monte Velino Imbiancato Il Monte Velino Imbiancato

Redazione-Finalmente, dopo lunghi mesi di siccità, ha fatto la prima comparsa sul monte Velino la prima neve stagionale. La speranza è che l’inverno che sta per arrivare, ne porti in abbondanza perché la siccità che ha colpito la nostra regione , durante tutto il corso dell’anno, ha messo a serio rischio il rifornimento idrico in tanti nostri comuni provocando non solo tanti disagi agli utenti, ma anche ingenti danni all’agricoltura. Purtroppo, da una ricerca che qui di seguito riportiamo, sembra che le prospettive che ci riserva il futuro, non siano tanto rosee:<< Chiunque abbia studiato a scuola il ciclo idrologico sa quanto semplice sia la circolazione dell’acqua all’interno dell’idrosfera terrestre. Quello che sui banchi però non si impara è che nella realtà è tutto molto meno semplice: meno del 6 per cento delle riserve idriche sotterranee nei due chilometri superiori della crosta continentale è in grado di rigenerarsi nel tempo di una vita umana. A determinarlo è la prima  mappa mondiale delle acque sotterranee, frutto di quaranta anni di lavoro da parte di un team di ricerca internazionale.

Lo studio, guidato dall’Università canadese Victoria, ha pubblicato in questi giorni i risultati su Nature Geoscience, rivelando come la maggior parte delle falde acquifere sotterrane non si stia rinnovando alla velocità aspettata. La mappa ha permesso di elaborare una stima delle attuali riserve idriche della Terra, calcolate in circa 23 milioni chilometri cubi di acque sotterranee tra potabili, acque salate o contaminate da materiali tossici o radioattivi. “Questi dati non sono mai stati conosciuti prima”, ha spiegato il ricercatore Tom Gleeson. “Sappiamo già che i livelli d’acqua in molte falde acquifere sono in calo. Stiamo utilizzando le nostre risorse sotterranee troppo velocemente – più velocemente di quanto si stiano effettivamente rinnovando”. Per realizzare la mappa, gli scienziati hanno raccolto dati da quasi un milione di bacini idrografici e più di 40.000 modelli sotterranei. Hanno così scoperto che dei 23 milioni di chilometri cubi di acqua, solo 0,35 milioni hanno meno di 50 anni. La distinzione tra acque “giovani” e “vecchie” è fondamentale: meno anni possiedono, più vicino alla superficie si trovano e più probabile è che siano potabili. In confronto, le acque sotterranee più datate – si può parlare anche di milioni di anni, si trovano più in profondità e possono contenere facilmente elementi tossici come arsenico o uranio, o contenere alte percentuali di sale. Il prossimo passo dei ricercatori sarà ora quello di misurare la velocità dei cambiamenti

di queste fondamentali riserve d’acqua>>.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.