BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CARSOLI, INTERVISTA ESCLUSIVA A TULLIO LUCIDI SULLE ELEZIONI POLITICHE DEL 4 MARZO: Redazione- In vista delle imminenti elezioni politiche del 4 marzo, lo scrittore Tullio Lucidi di Oricola ci ha voluto concedere una esclusiva intervista che, qui di seguito, riportiamo:<<Domanda: Le tue argomentazioni nella “lettera aperta” del 18 febbraio 2018 con la FESTIVAL DELLA PIANA DEL CAVALIERE: -SALOTTI IN MUSICA-: Portiamo la musica classica nelle case di tutti Redazione-Salotti in Musica è il nuovo progetto ideato dal Festival della Piana del Cavaliere che, insieme all'Accademia, offre la possibilità di ospitare un concerto nelle case di chiunque voglia condividere una serata tra CARSOLI, CONVOCATO CONSIGLIO COMUNALE IN SESSIONE STRAORDINARIA PER LA NOMINA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO E DI UN NUOVO ASSESSORE: Consiglio Comunale in Sessione Straordinaria CARSOLI, RINVIATO L'INCONTRO CON LA CANDIDATA DEL PD LORENZA PANEI: Redazione-Il Circolo del Pd di Carsoli-Piana del Cavaliere comunica che ,<<a causa di  un imprevisto sopraggiunto, l'incontro con la candidata Lorenza Panei di giovedì 22 febbraio  è stato  rinviato alla prossima settimana. A breve comunicheremo la nuova data>>. CARSOLI, IMPUGNATA L’ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE DEL PRESUNTO OMICIDA DELLA BADANTE RUMENA DAVANTI AL TRIBUNALE DEL RIESAME DELL’AQUILA: Redazione- L’udienza per il riesame del provvedimento di custodia cautelare del presunto omicida A.F. della badante rumena è stata fissata lunedì prossimo a l’Aquila. A comunicarlo agli organi di stampa è stato l’Avv. Difensore Paolo Frani che ha chiesto la MASSIMO URSINO DI FORZA NUOVA LEGATO MANI E PIEDI E PESTATO IN STRADA: Redazione-Almeno sei persone hanno accerchiato a Palermo il responsabile provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino, legandolo mani e piedi con nastro adesivo da imballaggio e pestandolo a sangue. E' accaduto nella trafficata e centrale via Dante, intorno alle 19, coi GIULIANOVA, STUDENTE MAROCCHINO FA LO SGAMBETTO A UN SUO COMPAGNO ITALIANO: LUI REAGISCE E LO ACCOLTELLA AL VOLTO. DENUNCIATO: Redazione-Uno studente marocchino di 17 anni aggredisce e sgambetta un compagno di scuola italiano prima dell’ingresso in aula. Il diciottenne reagisce e lo accoltella gravemente al volto. Denunciato per lesioni personali aggravate.Come riporta l’Ansa, l’aggressione è avvenuta all’istituto “Itis” di Giulianova, in - IL TRAM E LA LUNA- , IL NUOVO DISCO DEI PCP A MILANO VENERDI' 23 FEBBRAIO: IL PRIMO BRANO ESTRATTO E’ “TANGO SBAGLIATO” IL VIDEO DISPONIBILE DA VENERDI’ Redazione-I PCP Piano Che Piove, capitanati dal chitarrista e autore Ruggero Marazzi, dopo due anni dall’ultimo progetto discografico, presentano il nuovo disco di inediti “Il tram e la UN SUCCESSO LA PARTECIPAZIONE DEL POLO MUSEALE DELLA CALABRIA ALL'EDIZIONE DI TOURISMA A FIRENZE: Il Polo Museale della Calabria, diretto da Angela Acordon, ha partecipato con successo alla quarta edizione di TourismA, Salone del Turismo Archeologico inaugurato il 15 febbraio nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio e svoltosi a Firenze presso il Palaffari FRATELLI D'ITALIA: A ROMA UNA FIRMA PER L'ABRUZZO: Redazione-La nostra leader, Giorgia Meloni, l’ha definita sin dalle prime fasi organizzative “La manifestazione anti-inciucio”: noi candidati, giunti a Roma da tutta Italia, l’abbiamo vissuto come un patto stretto con le nostre terre, le nostre origini, le industrie dei nostri

EUROPA, UN'INVASIONE IN TRE MOSSE

Migranti Migranti

Redazione-Alle elezioni politiche della prossima primavera i cittadini dovranno dimostrare quanto tengano al loro Paese. Italia rassegnata e in vendita oppure no? Mentre il ministro Minniti cerca di togliersi l’etichetta di “uomo di destra” e rilancia lo ius soli, gli sbarchi sono ripresi. Dopo qualche mese di tregua le coste italiane sono nuovamente prese d’assalto. Se è vero che al 31 ottobre sono arrivati 111.397 stranieri contro i 159.427 dell’anno scorso, con una riduzione del 30% circa, è altresì vero che aver puntato tutto sugli accordi con la Libia è stato un errore madornale.


Era facile capire che l’instabilità libica avrebbe, prima o poi, inevitabilmente portato alla ripresa delle partenze degli immigrati clandestini. La questione di fondo è però un’altra. Accanto ad un’invasione fisica è in atto una più subdola azione di persuasione non proprio occulta che vuole regalare l’Italia ai nuovi arrivati.


Primo, censurare. Bruxelles ha finanziato con una montagna di soldi, circa mezzo miliardo di euro, un progetto per combattere l’odio di cui sarebbero vittime gli stranieri, i migranti e i mussulmani. Bisogna occultare tutte le notizie che danno fastidio alla teoria buonista o perlomeno edulcorare i termini. Vietato parlare di immigrazione con un’accezione negativa usando parole come “orda” o “invasione”, si deve invece far risaltare gli aspetti positivi (quali?) dell’apertura indiscriminata dei nostri confini. Purtroppo per questi signori i fatti, crimini e violenze, parlano da soli!


Secondo, arrendersi. In alcune scuole medie friulane gli studenti hanno in dotazione un libro che dice: “Gli immigrati extraeuropei (africani, asiatici, sudamericani) rappresentano già oggi una parte consistente della popolazione giovane d’Europa. La vera sfida sociale e demografica del continente consiste nel passare il testimone: gli immigrati devono poter entrare nella società e nella economia europea a ogni livello professionale e civile; solo accettando gli immigrati l’Europa anziana permetterà l’esistenza dell’Europa futura”. Riassumendo. Dobbiamo passare il testimone, tirarci da parte, toglierci dai coglioni e fare spazio agli altri!


Terzo, farci comandare. Abdallah Khezraji, presidente di una associazione islamica e rappresentante della comunità marocchina in Veneto, ha spiegato come ormai dobbiamo accettare l’idea che tra qualche anno gli immigrati potranno rivestire ruoli politicamente rilevanti come quelli di sindaco o ministro. Quello che è successo a Londra dove un mussulmano, Sadiq Khan, è diventato primo cittadino accadrà molto presto anche in Italia. L’islamizzazione è già in atto!


Saremo presto chiamati a decidere chi deve guidare il Paese. A me sembra una scelta di campo tra chi ha calato le braghe, rinnega la propria storia, vuole regalare il proprio futuro e chi crede con coraggio di avere ancora molto da dire,

da fare e non si rassegna alla sottomissione.

Fonte:Ennio Castglioni-ilpopulista.it

Ultima modifica ilDomenica, 19 Novembre 2017 20:37

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.