BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
I SACERDOTI DI SINISTRA SCRIVONO ALLA CEI PER FERMARE SALVINI: -IN ITALIA STA DILAGANDO RAZZISMO E XENOFOBIA-: Redazione-Cattocomunisti, preti affaristi di estrema sinistra, sedicenti cattolici scrivono i vescovi della Conferenza Episcopale Italiana per fermare le politiche del ministro Matteo Salvini: “In Italia sta dilagando la xenofobia e il razzismo contro gli immigrati”. I falsi cattolici mentono per ARCHEO MUSICA: - NEL CUORE DEL TEMPO-: Redazione-Nella straordinaria cornice del Teatro greco-romano e nell’incantevole area del Tempio ionico di Marasà, entrambi ricadenti nel Parco Archeologico della colonia magno-greca di Locri Epizefiri, situato a pochi chilometri dall’odierno centro cittadino di Locri, verranno proposti nel mese di luglio 36° PREMIO INTERNAZIONALE -FONTANE DI ROMA- GIOVEDI' 19 LUGLIO, ALLE ORE 18:00, PRESSO LA SALA ALESSANDRINA, LUNGOTEVERE IN SASSIA N°3: Redazione-Giovedì 19 Luglio 2018, ore 18, alla Sala Alessandrina dell’Accademia di Storia Arte Sanitaria (Lungotevere in Sassia, 3 - 00193 Roma /Tel. 06.6833262), avrà luogo la cerimonia per la consegna del 36° Premio Internazionale FONTANE DI ROMA, Arte - Cultura - CARSOLI, AL VIA DOMANI, CON IL CONCERTO PER FLAUTO SOLO DI FRANCESCA TIMPERI, LA VI EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE-MOMENTI MUSICALI-: Redazione-Prenderà il via, domani con il Concerto per Flauto solo di Francesca Timperi  alle ore 21:00 a Carsoli (AQ) presso la chiesa della Madonna del Carmine in piazza della Libertà n.1, la sesta edizione del Festival Internazionale "Momenti Musicali" della SUCCESSO DI SALVINI E CONTE, L'ITALIA PIEGA L'EUROPA: FRANCIA E MALTA SI PRENDONO 50 MIGRANTI A TESTA. GLI ALTRI IN: Redazione-Dopo sette anni di sottomissioni l’Italia riesce a piegare l’Europa. Francia e Malta si prenderanno 50 migranti a testa dei 450 a bordo delle nostre navi militari. Il resto dei clandestini, come ha comunicato il premier Conte, saranno ridistribuiti in CARSOLI, CONTINUA IL RECUPERO DEI RIFIUTI ABBANDONATI PER STRADA: Redazione-Continua la attività di recupero dei rifiuti abbandonati per strada. L'assessore Mario Mazzetti rivolge << un ringraziamento al personale dell' Aciam che opera nel nostro comune, al loro coordinatore Angelo S. e al nostro dipendente Walter per il livello di INTONACI 2018: Redazione-Nella sua entusiasmante evoluzione il progetto Intonaci quest’anno, tra gli altri, prevede due interventi davvero particolari.Il primo riguarda la realizzazione di una fonte battesimale nella centrale chiesa di S. Giuseppe. Infatti nonostante nel paesino di Tufo si possa contare la BAMBINI DIPINTI PER IL GAY PRIDE AL CAMPO ESTIVO: L'IRA DELLE MAMME: Redazione-TIro alla fune, tombola, una partitella a calcio. Da un campo estivo un genitore si aspetta cose del genere. Di certo non i festeggiamenti per il Gay Pride. Che è quanto hanno invece messo in scena due educatrici della scuola -CARRUFO E LE SUE ORIGNI-, CONFERENZA DEL PROF.RE FABIO REDI DOCENTE DI ARCHEOLOGIA MEDIOEVALE DELL'UNIVERSITA' DELL'AQUILA: Redazione-E’ giusto che un paese, anche se molto piccolo, voglia conoscere le sue origini, il che vuol dire trovare gli elementi utili per ricostruire la sua storia. Carrufo, frazione di Villa Santa Lucia, un borgo alle pendici del Gran Sasso FUCINO, ACQUA, TERRA E INFANZIA: VIAGGIO NELLA MEMORIA NELLO SPAZIO LETTERARIO DELLE -VACANZE LUCHESI-: Redazione-Un viaggio nella memoria attraverso i luoghi, per riscoprire che "casa" è laddove pensieri, emozioni, esperienza e consapevolezze hanno preso forma in un caleidoscopio di prime volte. É questo è il filo conduttore dell'opera "“Fucino, acqua, terra e infanzia”, dello

CON I PENTASTELLATI AL GOVERNO L'ITALIA RIMARRA' NELL'EURO, NELL'UE E NELLA NATO

Luigi Di Maio Luigi Di Maio

Redazione-Il Movimento Cinque Stelle non è più il movimento anti-sistema e filo-sovranista che ha affascinato milioni di italiani, Luigi Di Maio ha già cambiato idea su tutto. Durante le consultazioni ha confermato gli impegni presi dall’Italia con gli strozzini di Bruxelles, la permanenza della moneta che ha affamato i cittadini italiani ed europei e la permanenza nella Nato. Luigi Di Maio con l’occasione delle consultazioni al Colle ha lanciato dei chiari messaggi fuori dai confini nazionali, lasciando intendere al di là di ogni dubbio che lui è più affidabile e “istituzionale” del rivale-possibile partner Salvini. Come era ampiamente prevedibile, il leader dei 5 Stelle, tradendo di fatto la sua base elettorale, ha cancellato ogni posizione anti-sistema, dichiarando a chiare lettere che con lui al governo “l’Italia manterrà gli impegni internazionali già assunti: resterà alleata dell’Occidente, resterà nella Nato, nell’Unione europea e nell’unione monetaria”.Insomma, i grillini si sono auto-addomesticati pur di entrare a Palazzo Chigi. Anche se a questo punto è legittimo dubitare che fosse davvero nelle loro reali intenzioni quanto sbandierato durante la campagna elettorale, ossia assumere posizioni in qualche modo assimilabili a quelle della Lega sul fronte della sovranità nazionale (come dimenticare la campagna no immigrati della Lombardi).

Appena sotto i riflettori istituzionali, Di Maio ha consumato un dietrofront tattico per superare Salvini nelle grazie di Ue e Usa. Questo la dice lunga su quanto i 5 Stelle siano davvero la grande novità anti-sistema, il movimento dei cittadini onesti che non fa inciuci e via dicendo. Non a caso ieri, al Quirinale, quando il solito Enrico Lucci ha chiesto a Di Maio: “Che differenza c’è tra contratto e inciucio?”, il leader pentastellato ha taciuto.La posizione dei 5 Stelle ormai è svelata: si sono messi a disposizione dell’establishment come un Pd qualsiasi pur di governare. E proprio ai Dem hanno lanciato l’amo, sotto gli occhi attenti di Mattarella.

Chi alle ultime elezioni non è caduto nella trappola del voto utile sapeva già che tutto questo sarebbe successo. Chi non ha votato per il centrodestra, consapevole che i suoi leader avrebbero fatto di tutto per tornare nel Palazzo, oggi almeno può dire di aver espresso un voto davvero sovranista, per il bene della nazione. Il tempo (e i fatti come quelli a cui stiamo assistendo in queste ore) darà ragione a chi non si lascia incantare dalle sirene della vecchia politica – che adesso annovera ufficialmente tra le sue disordinate schiere anche i grillini.

Simone Di Stefano, segretario nazionale di CasaPound Italia, lo ricorda a tutti: “No, non avremmo partecipato in nessun caso ad un governo con i 5 Stelle. Mai un governo con Luigi Di Maio, che anche oggi ha voluto ribadire di essere al servizio scodinzolante dell’Europa e dell’Euro! E quelli che vi dicevano ‘votateci o arriva un governo coi 5 Stelle’? Ora vogliono fare un governo coi 5 Stelle. Complimenti”.

Nulla di nuovo sotto il sole, ma almeno adesso è sotto gli occhi di tutti.

Fonte:Adolfo Spezzaferro-ilprimatonazionale.it

Ultima modifica ilMartedì, 17 Aprile 2018 19:56

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.