BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
LA NOTTE DELLE MUSE: ESPOSIZIONE DEL SARCOFAGO DELLE MUSE: Redazione- Giovedì 25 luglio 2019, alle ore 21.00, A Locri (Reggio Calabria), presso il Complesso museale Casino Macrì del Parco archeologico nazionale di Locri sarà presentato da Sara De Angelis, direttore del Museo archeologico dell’Agro Falisco-Forte Sangallo, il Sarcofago delle ALBANO CHE GUARDA AVANTI: VIA AL DIBATTITO IN VISTA DELLE AMMINISTRATIVE DEL 2020: Redazione- In vista delle elezioni amministrative della primavera 2020, che chiameranno i cittadini di Albano Laziale a rinnovare le cariche di Sindaco e Consiglio Comunale, l’associazione Liberamente avvia una serie di incontri tematici, con l’ausilio di esperti e personalità del PESCARA, MUSICARTE NEL PARCO 2019: XXIV EDIZIONE: Aurum, sala Flaiano e sala D'Annunzio dal 25 luglio al 28 settembre 2019 Redazione – Dal 25 luglio al 28 settembre 2019, sotto la direzione artistica di Maria Gabriella Castiglione – che del Festival è ideatrice, motore ed anima – si -SERATA AL FRESCO-AL PALAZZO ARNONE DI COSENZA: Redazione- Mercoledì 24 luglio 2019, a Cosenza, Palazzo Arnone, dalle ore 21.00 alle ore 24.00, si terrà Serata al fresco - Evasione culturale a Palazzo Arnone, iniziativa di grande fascinazione che approfondirà la storia e le vicende umane e politiche ARTE E ARCHEOLOGIA TRA LE STELLE, IL MITO E LA STORIA, SERATA SPECIALE NEI LUOGHI DELLA DEA ANGIZIA: Redazione- Appuntamento speciale con la storia dei Marsi lunedì, 22 luglio, nell'ambito del cartellone estivo "Vacanze luchesi". L'evento, a tema "Arte e archeologia tra le stelle, il mito e la storia", vedrà protagonista l'area archeologica di Anxa-Angitia, a Luco dei OSTIA ANTICA FESTIVAL, LINO GUANCIALE IN -ITACA-: Redazione- Golden boy della fiction italiana, protagonista di serie di successo quali Una grande famiglia, Che Dio ci aiuti, La dama velata, Non dirlo al mio capo, L'allieva, I Medici, La porta rossa, Lino Guanciale il 3 agosto va in FESTA NAZIONALE DEI BORGHI AUTENTICI D’ITALIA: ROMA 22 Luglio 2019 ORE 10,30 Casa delle Regioni - Associazione Abruzzese - Via Ulisse Aldrovandi, 16 Redazione- Paesaggio, testimone del Valore comunitario. È il tema portante della 10^ edizione della Festa Nazionale dei Borghi Autentici che questo anno si svolge a ANAGNI, TERREINAZIONE 2019: IV EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA CULTURA POPOLARE: Redazione- Terre in azione, terre che cantano e si raccontano, terre che ballano e che s’incontrano. Le nostre terre di oggi e di ieri, ma anche le terre lontane da noi, e quelle vicine, nonostante le lontananze: i colori, i COR VELENO, FUNKALLISTO, ENZA'S CHOO-CHOO TRAIN DAL 25 AL 31 LUGLIO AL PARCO SCHUSTER DI ROMA: Redazione- Musica, teatro e nuove tendenze sono le tre parole chiave della programmazione di Parco Schuster dal 25 al 31 luglio, con una chiusura del mese in grande stile in compagnia di Cor Veleno con Spirito Che Suona Tour (25 FESTIV'ALBA SI SPOSTA A ROSCIOLO DEI MARSI: 3 CONCERTI ALL'INTERNO DELLA CHIESA DI S. MARIA IN VALLE PORCLANETA. CRESCE L'ATTESA: Redazione- Alba Fucens. Dopo la bellissima esibizione dell’Orchestra Sinfonica Giovanile Europe, andata in scena domenica all’interno dell’anfiteatro romano di Alba Fucens alla presenza di 450 spettatori, Festiv’Alba trasloca a Rosciolo dei Marsi. La suggestiva chiesa di Santa Maria in Valle

MIGRANTI, LA DICIOTTI NON ATTRACCA A TRAPANI. LINEA DURA DI SALVINI: -O SCENDONO IN MANETTE O NON SBARCA NESSUNO-

Il Ministro degli Interni Matteo Salvini Il Ministro degli Interni Matteo Salvini

Redazione-La nave Diciotti della Guardia Costiera non attarcca al porto di Trapani, ma intorno alle 12 ha invertito la rotta. Il ministro Giorgio Salvini usa il pugno duro e insiste: Nessuno sbarco sarà autorizzato se i migranti che si sono macchiati del tentato ammutinamento non scenderanno in “manette”.È rimasta per alcune ore al largo di Trapani, vicono all’isola di Favignana. Poi la nave Diciotti della Guardia Costiera si è avvicinata al porto e stava per entrare quando ha invertito la rotta e, intorno alle 12, si è fermata in rada.Continua il braccio di ferro portato avanti da Matteo Salvini, che non intende cedere sulla possibilità di autorizzare lo sbarco se prima i responsabili della rivolta sulla Vos Thalessa non verranno assicurati alla giustizia.

L’arrivo era previsto già ieri pomeriggio. Poi però lo sbarco è slittato alla serata, infine a stamattina alle 8. Ma le indagini della squadra mobile e dello Sco, saliti ieri sera a bordo, hanno costretto il comandante a rallentare la rotta. Salvini in fondo era stato chiaro: nessuno sbarco sarà autorizzato se i migranti che si sono macchiati del tentato ammutinamento non scenderanno in “manette”.

La vicenda dei 67 immigrati inizia la sera del 9 luglio, quando la Vos Thalassa li recupera da un barcone al largo della Libia. Le indicazioni del Viminale invitano il rimorchiatore italiano a coordinarsi con la Guardia costiera libica per consegnare i clandestini alle autorità di Tripoli. Poi, però, avviene l’imponderabile. Alcuni migranti si accorgono che la nave sta facendo rotta verso Sud. Protestano, circondano un ufficiale e lo minacciano. La Vos Thalassa, come risulta dalle mail inviate alla Capitaneria di porto italiana, chiede l’intervento della Marina di Roma. Toninelli autorizza il trasbordo dei migranti dal rimorchiatore alla Diciotti, provocando l’irritazione di Salvini.

Lo scontro tra M5S Lega si è protratto fino ad oggi. Prima Di Maio, che ha definito “inimmaginabile” l’eventualità di chiudere i porti anche alle imbarcazioni italiane. Poi è stato il turno del ministro Trenta, che in una intervista Avvenire ha sfidato Salvini sull’accoglienza(schierandosi pure a difesa delle Ong). Ora la partita si sposterà sul piano dell’ordine pubblico e della giustizia. Il ministro dell’Interno non è disposto a cedere: intende vedere in galera i migranti che, con la loro rivolta, hanno impedito il contatto tra marina libica e Vos Thalassa.

Secondo quanto riporta Repubblica, da Innsbruck dove si trova per il vertice con gli altri ministri dell’Interno, Salvini avrebbe telefonato al capo di gabinetto al viminale per avere notizie dalla Diciotti. “Guarda che io insisterò sul fatto che questi devono scendere da bordo in manette – avrebbe detto – Altrimenti non sbarca nessuno. Quanti ne hanno beccati?“. Poi avrebbe raccontato: “A quanto pare due sono stati già individuati e altre quattro sono da identificare“. E sul blitz dei pm che non intendono emettere ordini di arresto prima dello sbarco in porto, replica: “Basta una telefonata ai magistrati delle forze dell’ordine presenti sulla nave.

Su questo non transigo, sono dei violenti che hanno dirottato una nave“.

Fonte:riscattonazionale.org

Ultima modifica ilMercoledì, 18 Luglio 2018 12:31

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.