BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
HACKERATE LE SCHEDE SIM-TIM RICARICABILI: AZZERATO IL CREDITO RESIDUO: Dalla mattinata di oggi, alcuni utenti TIM si sono ritrovati addebiti per diverse migliaia di euro sul loro conto telefonico. Ecco cosa sta succedendo Redazione-Se avete una scheda SIM TIM ricaricabile, fate bene attenzione a controllare il vostro credito residuo: potreste TERMINAL BUS A ROMA, L'ASSESSORE MELEO: - NON RINUNCIAMO A TIBURTINA, LA SCELTA DI ANAGNINA E' PROVVISORIA-: Redazione-L'Assessorato alla Città in Movimento di Roma Capitale è al lavoro per realizzare una nuova autostazione dei pullman nell'area di Tiburtina: l'obiettivo è quello di mantenere un nodo di scambio strategico per la città."Voglio rassicurare i tanti pendolari che ogni L'ARABIA SAUDITA HA RICEVUTO ELOGI PER IL RISPETTO DEI DIRITTI UMANI DA PARTE DELL'ONU: Redazione-Chi ancora ritiene che l’ONU sia un’organizzazione piena di diplomatici seri, responsabili, illuminati e riflessivi deve leggere quanto segue: l’Arabia Saudita ha ricevuto le congratulazioni dai delegati delle Nazioni Unite per il suo rispetto diritti umani. La notizia è stata MIGRANTI, I SACERDOTI DELLA CAMPANIA AL M5S: -MOLLATE SALVINI O SARA' UN DISASTRO-: Redazione-Un endorsement e allo stesso tempo una critica: i sacerdoti  della Campania, tra cui diversi parroci casertani e anche sanniti scrivono ai Cinque Stelle, agli esponenti parlamentari, chiedendogli di abbandonare la Lega e il suo leader Salvini, di rompere dunque CENTRO TAEKWONDO CAPOTERRA: PRIMO GRADINO DEL PODIO PER AURORA PINNA AL CAMPIONATO ITALIANO DI TAEKWONDO WT CONI: Redazione- I campionati italiani per cinture rosse del Taekwondo della Federazione WT CONI vedono una grande partecipazione,526 atleti, 169 team e 186 ufficiali di gara. Per il team del Centro Taekwondo Capoterra, allenato da Roberto Cardia,sono stati tre gli atleti CASO MALTA E MIGRANTI, SALVINI: -SE L'UE CI PRENDE IN GIRO BLOCCHIAMO I BILANCI-: Redazione-Il ministro dell'Interno sulle polemiche con Malta sui migranti: "Possiamo bloccare bilanci e attività fino a che l'Europa continuerà a prendere in giro gli italiani""Abbiamo dimostrato che sappiamo difendere i confini e dimostreremo che eventualmente possiamo anche bloccare bilanci e LA CAMPIONESSA DI TIRO A SEGNO MARIANNA PEPE TROVATA MORTA NEL LETTO: PRIMA E' STATA PICCHIATA DALL'EX DAVANTI AL FIGLIO: Redazione-Ci sono due persone indagate in merito alla vicenda della morte di Marianna Pepe, l'ex campionessa di tiro a segno. La sera prima della morte, Marianna sarebbe stata picchiata violentemente dall'ex compagno e, probabilmente, davanti al figlio di lei, di L'ACIAM FA -LA DIFFERENZA- ANCHE CON LA RACCOLTA STRAORDINARIA: OPERAZIONI IN CORSO NEI DIVERSI CENTRI DELLA MARSICA: Redazione-Diverse centinaia di chili di rifiuti di vario tipo - plastica, imballaggi di vario materiale, utensili ma anche pneumatici e vecchi elettrodomestici - nel bilancio delle attività straordinarie che Aciam ha condotto nei giorni scorsi nei comuni affidati all'Azienda per CALO MIGRANTI, I VESCOVI ACCUSANO SALVINI: -CI SARANNO MENO POSTI DI LAVORO-: Redazione-Dopo la stretta del Viminale, i vescovi e coop rosse accusano il ministro dell'Interno Salvini: "A rischio 18mila impieghi nei centri per rifugiati"-"La pacchia è finita", ha annunciato il ministro dell'Interno Matteo Salvini. E ora gli impiegati nei centri per ROMA, CASO NOMINE IN COMUNE. VIRGINIA RAGGI ASSOLTA: -SPAZZATI VIA DUE ANNI DI FANGO-: Redazione-"Il fatto non costituisce reato". Virginia Raggi è stata assolta dall'accusa di falso documentale in relazione alla nomina di Renato Marra. Alla lettura della sentenza la sindaca grillina, visibilmente commossa per l'esito del processo, ha abbracciato i tre legali, baciato

GALLERIA NAZIONALE DI COSENZA: GRANDE MATERNITA'

Grande Maternità Grande Maternità

Redazione-Il patrimonio della Galleria Nazionale di Cosenza si arricchisce della scultura Grande Maternità di Antonietta Raphaël (Vilnius 1895 - Roma 1975). L’opera giunge nelle collezioni del museo per volontà del donante, Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona, con decisione condivisa da Giulia Mafai, figlia dell’artista; a conclusione di un delicato intervento di restauro sarà esposta da sabato 20 ottobre 2018, alle ore 18.00, accanto alle sculture di Giorgio de Chirico, Emilio Greco, Pietro Consagra, Mimmo Rotella completando, nella sala dedicata, il nucleo donato dalla Famiglia Bilotti. Per l’occasione la Galleria Nazionale di Cosenza osserverà un’apertura straordinaria degli spazi espositivi fino alle ore 21.00.Antonietta Raphaël, artista cosmopolita e anticonformista, fu tra le voci femminili più aperte e libere del Novecento. Testimone delle immani tragedie del secolo, fu capace di fondere, nella sua incessante ricerca visionaria, la memoria della millenaria tradizione ebraica con l’utopia, amalgamando nella pittura e nella scultura l’angoscia con la gioia di vivere.

Nata in Lituania da famiglia ebraica – il padre era rabbino e la madre, di origini sefardite, esperta di teologia - alla morte del genitore nel 1905, a causa delle leggi di discriminazione delle minoranze ebraiche e lo scoppio della rivoluzione, si trasferisce con la madre a Londra dove studia musica e frequenta l’ambiente artistico, in particolare lo studio dello scultore di origini polacche, Jacob Epstein. Scomparsa la madre, un dolore profondo le impone di lasciare Londra; nel 1924 si ferma a Parigi e poi a Roma; qui porterà la vivacità e la ricchezza dei suoi viaggi e dei suoi incontri, scintilla essenziale per la nascita del sodalizio con Scipione e Mario Mafai che sarà chiamata «Scuola di via Cavour» o «Scuola romana». Da Mafai, che diviene compagno di vita, avrà tre figlie, Miriam, Simona e Giulia.

Raphaël affronta incessantemente il tema della maternità inteso come «l’inizio del mondo, l’inizio delle cose, di tutte le cose» e, attratta con energia crescente dalla scultura, lo trasferisce nel gesso, nella terracotta o nel bronzo.

Già rappresentato, nel 1938, quando l’angoscia, il dolore e la paura dell’artista, all’emissione delle leggi razziali, prende corpo nella Niobe, l’abbraccio protettivo di una madre verso la figlia, quasi a volerla riportare nel grembo, è espresso ancora una volta nella Grande Maternità della Galleria Nazionale di Cosenza, realizzata nel 1960 in gesso e cemento, ricoperti da una vibrante patinatura.Grazie alla collaborazione con il Conservatorio “Stanislao Giacomantonio”, un concerto accompagnerà l’esposizione della scultura e renderà omaggio alla passione per la musica, coltivata dall’artista negli anni della giovanile formazione a Londra, presso la Royal Academy of Music.Paolo Presta, fisarmonica, e Federica Greco, voce e tamburi a cornice, proporranno un viaggio nelle melodie della musica tradizionale ebraica, evocando le più intime radici famigliari e poetiche dell’artista lituana.

La Galleria Nazionale di Cosenza, diretta da Domenico Belcastro, è afferente al Polo Museale della Calabria, guidato da Angela Acordon.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Grande Maternità

Galleria Nazionale di Cosenza

Cosenza - Palazzo Arnone

Sabato 20 ottobre 2018 - Ore 18.00

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.