BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
PAPA FRANCESCO RICORDA I CRISTIANI SGOZZATI DALL'ISIS: -SONO MORTI PREGANDO-: Redazione- L'immagine diventata il simbolo di tutti i cristiani uccisi dai terroristi islamici, e cioè quella dei venti copti egiziani vestiti di arancione (come le tute usate a Guantanamo) e in ginocchio con lo sguardo rivolto verso Roma, sgozzati dall'Isis ROMA, LI ZI: FRAMMENTI E CONNESSIONI: Redazione- Nuova stagione espositiva negli spazi di VISIONAREA, la rassegna di arte contemporanea internazionale realizzata con il fondamentale sostegno della Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele. Il POLO MUSEALE DELLA CALABRIA: GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2019: Redazione- Il Polo museale della Calabria, diretto dalla dottoressa Antonella Cucciniello, aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP) 2019 che si terranno su tutto il territorio nazionale sabato 21 e domenica 22 settembre 2019. Il tema scelto per questa edizione NECROPOLI CON OLTRE VENTI TOMBE RISALENTE A 2900 ANNI FA SCOPERTA A CARSOLI: Redazione- Spuntano in un immenso cantiere a Carsoli reperti archeologici risalenti al 3/o secolo A.C., opere moderne destinate alla mitigazione del dissesto idrogeologico. A fare il punto è la d.ssa Amalia Faustoferri, della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio dell'Abruzzo, ROMA, DARDUST -LOST IN SPACE-: PIANO SOLO 2019: Redazione- Dopo la straordinaria partecipazione al Jova Beach Party, Dardust è pronto per il suo prossimo appuntamento live in piano solo, il 6 ottobre 2019 all’Auditorium Parco della Musica di Roma.Dardust, Dario Faini all’anagrafe, con più di 500k ascoltatori mensili, LA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA ATANOR APRE LE PORTE AI FUTURI ALLIEVI: ECCO COME ISCRIVERSI E ACCEDERE AL BANDO: Redazione- Conoscere alcune delle principali metodologie e tecniche utilizzate nel modello della scuola, esplorare direttamente gli aspetti tecnici mediante l’attività pratica, illustrare da vicino la natura del modello analitico - archetipico, sono solo alcuni degli obiettivi che la Scuola di AD ENEA, PER GLI STUDI SUL -VERTICAL FARM-, LA IV EDIZIONE DEL PREMIO NAZIONALE ALBA: CONSEGNA A L’AQUILA IL 20 SETTEMBRE 2019, DURANTE UN CONVEGNO SUI TEMI AMBIENTALI E ALIMENTARI, PALAZZO FIBBIONI, A PARTIRE DALLE ORE 10 Redazione- Sarà ENEA ad aggiudicarsi la IV edizione del premio il prossimo 20 settembre a L’Aquila, a Palazzo Fibbioni, PREMIO MASSIMO TROISI 2019: Redazione- Il premio Massimo Troisi 2019 ad Emanuela Del Zompo, Juan Diego Puerta Lopez, Maria Gaia Pensieri.Nella splendida cornice del concorso Miss Grand Italia, Antonio Parciasepe, direttore del Troisi Festival consegna i premi e a 25 anni dalla scomparsa del NOVITA' DISCOGRAFICHE IN OTTOBRE PER LONG DIGITAL PLAYING CON MUSICHE DEL CUORE, DELLA MENTE E DEL COSMO: Redazione- Autunno caldo con le nuove proposte discografiche di LONG DIGITAL PLAYING SRLS (la casa editrice musicale milanese fondata lo scorso anno da Luca Bonaffini & friends). Il 30 settembre apre Roberto Padovan con un suo album di musica new FLORIANA MESSINA DEDICA UNO SHOOTING FOTOGRAFICO AL NAPOLI: LE FOTO MOZZAFIATO FANNO SOGNARE TIFOSI E CALCIATORI, COMPRESI QUELLI DEL LIVERPOOL: Intanto il popolo della rete la elegge come nuova madrina del Napoli Redazione-  C’è grande fermento nel napoletano per la partita di esordio del Napoli in Champions: la squadra di Ancelotti affronterà  in casa il Liverpool, squadra di sovente avversaria della formazione

MANOVRA FINANZIARIA 2019 BOCCIATA DALL'EUROPA: L'ITALIA ABBIA IL CORAGGIO DI RIPRENDERSI SOVRANITA' E LIBERTA'

In evidenza Sovranità Italiana Sovranità Italiana

Redazione-Non possiamo certo parlare di una guerra combattuta con eserciti e armi convenzionali. Ma è certo una guerra quella scoppiata tra l’Italia e l’Unione Europea, impersonata dalla Commissione Europea, che oggi (senza grandi sorprese in verità) ha bocciato la manovra italiana; fatto mai accaduto, che ci umilia come popolo e come Stato sovrano. Un evento a suo modo storico che ci pone davanti a due strade: “obbedire” all’euroburocrazia e correggere la manovra secondo i loro desiderata, oppure proseguire sulla strada delle politiche di crescita, che necessariamente richiedono maggiore deficit, fino al limite di considerare seriamente l’uscita dall’eurozona onde ripristinare, peraltro, la piena legalità costituzionale.

Non esistono terze vie. E non è contemplata da un punto di vista sovranista e populista l’idea di un cedimento su tutta la linea. Questa scelta o comunque qualsiasi cedimento, anche il più piccolo, verrebbe visto come una capitolazione e avrebbe un impatto negativo sulla fiducia della maggioranza degli italiani che su questo Governo hanno riposto grandi speranze, smorzando l’ondata sovranista e probabilmente sterilizzandola del tutto. Ed è ciò che oggi non possiamo permetterci. Un segno di debolezza sarebbe la vittoria dell’eurobucrazia e di chi c’è dietro: il potere franco-tedesco. E non è un caso che qualcuno già inizi a invocare i mercati, lo spread e dunque il possibile fallimento del sistema bancario, per piegarci e magari imporci un inasprimento delle politiche di austerità.

Dunque il Governo dovrà scegliere e dovrà scegliere in fretta e bene: o stare con gli italiani e riaffermare che la sovranità appartiene al popolo, come del resto sancisce la nostra carta Costituzionale; oppure certificare definitivamente che la sovranità è perduta e che appartiene agli euroburocrati, a Berlino e Parigi e che noi si deve sottostare alle assurde regole eurocratiche che impongono rigore anche quando il rigore uccide.

Deve essere chiaro però un concetto, che io pongo all’attenzione del Governo: qualsiasi cosa esso dovrà decidere o deciderà, dovrà tenere presente che la permanenza nell’euro sta creando lesioni importanti e profonde alla nostra economia e alla nostra società, a tutto vantaggio delle economie nordiche e in particolar modo di quella tedesca, che oggi, come ieri, non ha nessun interesse a che l’Italia esca dalla moneta unica, poiché una sua uscita farebbe crollare l’impero economico che la Germania si è cucita addossa da circa un ventennio. Il nostro popolo, per contro, non può sopportare ulteriormente politiche di austerità che deprimono la crescita ed erodono il risparmio privato. Dunque qualsiasi cedimento avrebbe come unico risultato un ritorno virulento dell’eurismo.

Una sconfitta su tutta la linea.

Fonte:stopeuro.news

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.