BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
UN'ALTRA BOMBA ESPLODE IN UNA CHIESA IN SRI LANKA, IL GOVERNO AMMETTE: -E' TERRORISMO ISLAMICO-. AVRA' COMPRESO PAPA FRANCESCO?: Redazione-Gli attentati di Pasqua che hanno causato almeno 290 morti e 500 feriti in Sri lanka sono opera di sette kamikaze di un gruppo jihadista locale, dietro i quali c’è però una rete internazionale senza la quale non sarebbero stati ROBERTO SAVIANO ELOGIA LE ONG: -VOI PORTATE LA RESURREZIONE-. POI ATTACCA SALVINI: -VA DENUNCIATO-: Redazione-Nel giorno di Pasqua, tra un attacco a Matteo Salvini e l’altro, Roberto Saviano ha fatto gli auguri alle organizzazioni non governative che operano nel Mar Mediterraneo. “Liberate dalla schiavitù dell’ignoranza e portate alla resurrezione di nuova vita”, ha scritto in un LA CARTA DEI DIRITTI DEI FIGLI DEI GENITORI SEPARATI DELL'AGIA: PRINCIPI ENUNCIATIVI E GESTIONE DELLA CRISI TRA GENITORI: Redazione-Martedi 17 Aprile 2019, presso la sede universitaria “Studi Teramo” – Via Coste S. Agostino- nella Sala Tesi Polo Didattico “G. D’annunzio” Pad. Scienze Politiche, è stato presentato il Convegno “La Carte dei diritti dei figli dei genitori separati dell’AGIA, BUONA PASQUA 2019!!!: Redazione-Salve cari lettori, auguriamo a tutti voi una serena e felice Pasqua. Vi ringraziamo per seguirci in così tanti.Continuate ad essere curiosi e a a meravigliarvi della bellezza della vita ogni giorno. Matteo6,25-34 Perciò vi dico:"Non siate in ansia per la vostra vita, GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D'AUTORE: Redazione-Martedì 23 aprile 2019, alle ore 17.30, a Monasterace (Reggio Calabria), presso il Museo Archeologico e Parco Archeologico dell’antica Kaulon, verrà celebrata la Giornata  mondiale del libro e del diritto d’autore con una conversazione di grande respiro sul tema Cultura ROMA, BAMBIN GESU': IL PICCOLO ALEX E' GUARITO. IL SUO SISTEMA IMMUNITARIO E' SANO: Redazione-Il piccolo Alex sta bene ed è guarito: è la splendida notizia riferita da Franco Locatelli, primario del Dipartimento di oncoematologia e terapia cellulare e genica dell'ospedale Bambino Gesù di Roma in merito alle condizioni di Alex Maria Montresor, il bimbo PAPA FRANCESCO HA TRASFORMATO LA VIA CRUCIS IN UN COMIZIO ANTI-SALVINI: -RIFIUTANO LE NAVI DI MIGRANTI PER CALCOLI POLITICI-: Redazione-I “campi di raccolta simili a lager”; le “navi a cui viene rifiutato un porto sicuro”; le “lunghe trattative burocratiche”. Le meditazioni per la Via Crucis redatte da suor Eugenia Bonetti per le celebrazioni del Venerdì Santo di ieri sera al CARSOLI , COMITATO DEL PONTE: -ABBIAMO FATTO LA DIGA, ADESSO DOBBIAMO TROVARE L'ACQUA-: Redazione-Dal Comitato del Ponte di Carsoli riceviamo e integralmente pubblichiamo il seguente comunicato:<<Una vallata è stata sventrata per realizzare un invaso a monte di Carsoli, chiusa da una elegante diga e circondato da un ameno camminamento. Il tutto per la VENERDI' SANTO, PAPA FRANCESCO: -I MIGRANTI SUI BARCONI SONO I NUOVI CROCIFISSI-: Redazione-"I migranti che trovano le porte chiuse a causa della paura e dei cuori blindati dai calcoli politici"; "i piccoli feriti nella loro innocenza e nella loro purezza", chiaro riferimento agli scandali di pedofilia; l'ambiente vittima di "occhi egoistici e MATTEO SALVINI AVVISA I VESCOVI CHE PREDICANO L'ACCOGLIENZA: -PORTI? IN ITALIA NON POSSIAMO OSPITARE MEZZO MONDO-: Redazione-Il ministro degli Interni risponde ai vescovi che chiedono accoglienza: "In Italia non possiamo ospitare mezzo mondo".Matteo Salvini ribadisce la linea dei porti chiusi e serra ancora le porte che invece una parte del mondo della Chiesa chiede di aprire.Il

MANOVRA FINANZIARIA 2019 BOCCIATA DALL'EUROPA: L'ITALIA ABBIA IL CORAGGIO DI RIPRENDERSI SOVRANITA' E LIBERTA'

In evidenza Sovranità Italiana Sovranità Italiana

Redazione-Non possiamo certo parlare di una guerra combattuta con eserciti e armi convenzionali. Ma è certo una guerra quella scoppiata tra l’Italia e l’Unione Europea, impersonata dalla Commissione Europea, che oggi (senza grandi sorprese in verità) ha bocciato la manovra italiana; fatto mai accaduto, che ci umilia come popolo e come Stato sovrano. Un evento a suo modo storico che ci pone davanti a due strade: “obbedire” all’euroburocrazia e correggere la manovra secondo i loro desiderata, oppure proseguire sulla strada delle politiche di crescita, che necessariamente richiedono maggiore deficit, fino al limite di considerare seriamente l’uscita dall’eurozona onde ripristinare, peraltro, la piena legalità costituzionale.

Non esistono terze vie. E non è contemplata da un punto di vista sovranista e populista l’idea di un cedimento su tutta la linea. Questa scelta o comunque qualsiasi cedimento, anche il più piccolo, verrebbe visto come una capitolazione e avrebbe un impatto negativo sulla fiducia della maggioranza degli italiani che su questo Governo hanno riposto grandi speranze, smorzando l’ondata sovranista e probabilmente sterilizzandola del tutto. Ed è ciò che oggi non possiamo permetterci. Un segno di debolezza sarebbe la vittoria dell’eurobucrazia e di chi c’è dietro: il potere franco-tedesco. E non è un caso che qualcuno già inizi a invocare i mercati, lo spread e dunque il possibile fallimento del sistema bancario, per piegarci e magari imporci un inasprimento delle politiche di austerità.

Dunque il Governo dovrà scegliere e dovrà scegliere in fretta e bene: o stare con gli italiani e riaffermare che la sovranità appartiene al popolo, come del resto sancisce la nostra carta Costituzionale; oppure certificare definitivamente che la sovranità è perduta e che appartiene agli euroburocrati, a Berlino e Parigi e che noi si deve sottostare alle assurde regole eurocratiche che impongono rigore anche quando il rigore uccide.

Deve essere chiaro però un concetto, che io pongo all’attenzione del Governo: qualsiasi cosa esso dovrà decidere o deciderà, dovrà tenere presente che la permanenza nell’euro sta creando lesioni importanti e profonde alla nostra economia e alla nostra società, a tutto vantaggio delle economie nordiche e in particolar modo di quella tedesca, che oggi, come ieri, non ha nessun interesse a che l’Italia esca dalla moneta unica, poiché una sua uscita farebbe crollare l’impero economico che la Germania si è cucita addossa da circa un ventennio. Il nostro popolo, per contro, non può sopportare ulteriormente politiche di austerità che deprimono la crescita ed erodono il risparmio privato. Dunque qualsiasi cedimento avrebbe come unico risultato un ritorno virulento dell’eurismo.

Una sconfitta su tutta la linea.

Fonte:stopeuro.news

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.