BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
PROVINCIA DELL'AQUILA: LE IMPRESE DECRESCONO IL TRIPLO RISPETTO AL RESTO D'ITALIA: Redazione-La Provincia dell'Aquila perde 636 imprese e decresce del 2,46%, valore triplo della flessione italiana che è stata dello 0,77%, nel triennio dal gennaio 2014 al dicembre 2016, scendendo da 25.837 a 25.201. Lo rende noto in un report il POLO POSITIVO, IMMAGINI PER LA CALABRIA: MOSTRA OPERE FINALISTE: Redazione-La mostra delle opere finaliste del progetto Polopositivo, concorso per giovani artisti [ fotografia e video art ] under 40, allestita a Cosenza - Galleria Nazionale di Cosenza - Palazzo Arnone, rimarrà aperta al pubblico fino al 26 novembre 2017.La PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE: Redazione-Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d’Europa.L’Italia mostra alcuni segnali di ripresa, ma non ha ancora recuperato AL VIA LE PREVENDITE PER IL CONCERTO DI NATALE AD AVEZZANO: ATTESA E FERMENTO PER I FAN MARSICANI DI: Redazione-Manca esattamente una settimana all’apertura ufficiale delle prevendite per l’esibizione di Massimo Ranieri alla Cattedrale di Avezzano. In occasione della diciottesima edizione del Concerto di Natale, che l’artista partenopeo terrà nelle serate del 15 e 16 dicembre (con inizio alle SEBASTIAN KURZ, SOVRANISTA, ANTI- ISLAM E CONTRO L'IMMIGRAZIONE DI MASSA E' IL VINCITORE DELLE ELEZIONI IN AUSTRIA: Redazione-Contro l’islamizzazione dell’Europa, contro l’invasione di massa di clandestini, critico con le politiche dell’unione europea, sovranista: l’Austria del neo-primo ministro Sebastian Kurz chiude le porte.Sebastian Kurz è il vincitore delle elezioni in Austria. Secondo le prime proiezioni, il partito popolare CARSOLI, E’ LUCIANO CAMERLENGO IL NUOVO PRESIDENTE DEL COMITATO DELLA CROCE ROSSA: Redazione-Si sono da poco concluse le operazioni di scrutinio per il rinnovo delle cariche del Comitato della Croce Rossa. Da quanto si è appreso, Luciano Camerlengo di Rocca di Botte, è stato eletto Nuovo Presidente. Eligio Ferrari, Giampiero Tiburzi e  L'AUSTRIA VIRA A DESTRA: AFFERMAZIONE DEI POPOLARI, UNA VALANGA DI VOTI PER IL PARTITO DELLA LIBERTA'. L'UE TREMA: Redazione-Elezioni in Austria, exit poll: vittoria del centro-destra, Sebastian Kurz sarà il primo ministro più giovane d’Europa. Valanga di voti per l’estrema destra. Ora la dittatura eurocomunista inizia a tremare. L’Austria vira a destra. Come da pronostico. Secondo i primi exit poll del IL REAL CARSOLI VINCE PER 1-2 SUL MORO PAGANICA AQUILANA ED E’ SECONDA IN CLASSIFICA DIETRO IL PRO: Redazione-Risultato quasi “bugiardo” perché, sicuramente, il Real Carsoli avrebbe meritato un risultato migliore per la eccellente preparazione tecnica mostrata in campo dai suoi calciatori. Partita dominata dal Real che gioca con fraseggi e verticalizzazioni che portano la squadra ad avere PIETRASECCA, VIA CODARDA AL BUIO A CAUSA DELLE IMPALCATURE: RISCHIO PER GLI ANZIANI DI FARSI MALE: Redazione- Da una nostra affezionata lettrice, riceviamo ed integralmente pubblichiamo la seguente lettera inviataci:<< Sono una abitante del paese Pietrasecca e da quando hanno messo le impalcature sulla strada per andare a via Codarda non hanno fatto altro la sera CARSOLI, ELEZIONE DEL PRESIDENTE E DEI CONSIGLIERI DEL COMITATO DELLA CROCE ROSSA: Redazione-Sono in corso, da questa matttina presso la sede di via Turanense nella casa parrocchiale a Carsoli, le votazioni per l'elezione del nuovo presidente e dei consiglieri del Comitato della Croce Rossa.Le operazioni andranno avanti fino a questa sera alle

CORTE DI CASSAZIONE: " GLI IMMIGRATI HANNO L'OBBLIGO DI RISPETTARE I VALORI DELLA NOSTRA SOCIETA'"

In evidenza Migranti Migranti

Redazione-Gli immigrati che hanno scelto di vivere nel mondo occidentale hanno “l’obbligo” di conformarsi ai valori della società nella quale hanno deciso “di stabilirsi” ben sapendo che “sono diversi” dai loro e “non è tollerabile che l’attaccamento ai propri valori, seppure leciti secondo le leggi vigenti nel paese di provenienza, porti alla violazione cosciente di quelli della società ospitante”. Lo sottolinea la Cassazione condannando un indiano sikh che voleva circolare con un coltello ‘sacro’ secondo i precetti della sua religione.

In una società multietnica, – prosegue il verdetto della Suprema Corte – la convivenza tra soggetti di etnia diversa richiede necessariamente l’identificazione di un nucleo comune in cui immigrati e società di accoglienza si debbono riconoscere. Se l’integrazione non impone l’abbandono della cultura di origine, in consonanza con la previsione dell’art. 2 della Costituzione che valorizza il pluralismo sociale, il limite invalicabile è costituito dal rispetto dei diritti umani e della civiltà giuridica della società ospitante”. Con questa sentenza, i supremi giudici hanno respinto il ricorso di un indiano sikh condannato a duemila euro di ammenda dal Tribunale di Mantova, nel 2015, perchè il sei marzo del 2013 era stato sorpreso a Goito (Mn), dove c’è una grande comunità sikh, mentre usciva di casa armato di un coltello lungo quasi venti centimetri. L’indiano aveva sostenuto che il coltello (kirpan), come il turbante “era un simbolo della religione e il porto costituiva adempimento del dovere religioso”. Per questo aveva chiesto alla Cassazione di non essere multato, e la sua richiesta era stata condivisa dalla Procura della Suprema Corte che, evidentemente ritenendo tale comportamento giustificato dalla diversità culturale, aveva chiesto l’annullamento senza rinvio della sentenza di condanna.

Ad avviso della Prima sezione penale della Suprema Corte, invece, “è essenziale l’obbligo per l’immigrato di conformare i propri valori a quelli del mondo occidentale, in cui ha liberamente scelto di inserirsi, e di verificare preventivamente la compatibilità dei propri comportamenti con i principi che la regolano e quindi della liceità di essi in relazione all’ordinamento giuridico che la disciplina”.

Il verdetto aggiunge che “la decisione di stabilirsi in una società in cui è noto, e si ha la consapevolezza, che i valori di riferimento sono diversi da quella di provenienza, ne impone il rispetto e non è tollerabile che l’attaccamento ai propri valori, seppure leciti secondo le leggi vigenti nel paese di provenienza, porti alla violazione cosciente di quelli della società ospitante”.(Fonte:ilpopulista.it)

Integrazione

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.