BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
REAL CARSOLI VS VIRTUS PRATOLA CALCIO 3-1: UN RISULTATO CHE LASCIA BEN SPERARE PER IL PROSIEGUO DEL CAMPIONATO: Redazione- Un risultato importantissimo, quello odierno, colto dal Real Carsoli in casa contro il Virtus Pratola Calcio che gli assicura la solitaria posizione del sesto posto in classifica del campionato di prima categoria girone A. Una vittoria, insomma, che lascia TRAGEDIA IN DISCOTECA A CORINALDO, IDENTIFICATO CHI HA SPRUZZATO LO SPRAY URTICANTE: -VOLEVA RUBARE UNA CATENINA-: Redazione-Lo spray urticante al concerto di Sfera  Ebbasta lo ha spruzzato un minorenne. È stato individuato ed identificato il minorenne che avrebbe spruzzato uno spray urticante all'interno della discoteca Lanterna Azzurra provocando il panico che ha poi portato alla morte GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA': -NON LASCIARE NESSUNO INDIETRO-: Redazione-Giovedì 13 dicembre 2018, alle ore 10.00, a Cosenza, presso la Biblioteca Nazionale di Cosenza, Sala “Giacomantonio, si terrà un convegno sul tema Non lasciare nessuno indietro - Potenziamento delle persone con disabilità e garanzia dell’inclusione e dell’uguaglianza.All’iniziativa, moderata dallo GIORNATA DELLA SOLIDARIETA’ A CARSOLI: UN’INIZIATIVA FINALIZZATA ALLA RACCOLTA FONDI PER L’ACQUISTO DI UNA NUOVA AMBULANZA(VIDEO): Redazione-In un’ottica delle forze in campo, si è svolta oggi in piazza Corradino a Carsoli la GIORNATA DELLA SOLIDARIETA’ in collaborazione con le associazioni di volontariato con il fine di raccogliere i fondi necessari per l’acquisto di una nuova AUTOAMBULANZA PARLA PAOLO, IL MARITO DI ELEONORA GIROLIMINI MORTA NELLA CALCA DELLA DISCOTECA A CORINALDO: -ERANO TUTTI UBRIACHI. I MIEI 4: Redazione-Tra le sei vittime della strage alla discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo c'è anche Eleonora Girolimini: la donna, che aveva accompagnato la figlia di 11 anni al concerto di Sfera Ebbasta, è morta insieme ad altri cinque ragazzi, tutti di età AGRICOLTURA DI COMUNITA' E NEORURALI ABRUZZESI: AL VIA IL CROWDFUNDING SOSTENUTO DA BANCA ETICA: Progetto selezionato da Banca Etica. tra le attività: rafforzare l'esperienza della Fiera della Neoruralità di Sulmona. Creare un web-coworking tra gli attori neorurali. Sviluppare azioni per favorire, nelle aree rurali, il mutuo aiuto e progetti condivisi. Redazione-"NeoRuralità... il dito BARI, UN ALTRO PRESEPE BLASFEMO: MARIA E GIUSEPPE CLANDESTINI, GESU' BAMBINO DI COLORE NERO SUL UN BARCONE CHE AFFONDA: Redazione-Un altro presepe blasfemo, volgare, oltraggioso e vomitevole per propagandare l’invasione di clandestini islamici, potenziali terroristi, stupratori e spacciatori. Nel comune di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, Maria e Giuseppe sono dei clandestini e Gesù bambino è di -L'ITALIA ALZA LA TESTA-, STANDING OVATION DEI PARTECIPANTI PER MATTEO SALVINI IN PIAZZA DEL POPOLO A ROMA: -PRIMA GLI ITALIANI-: Redazione-In piazza del Popolo a Roma la kermesse della Lega 'L'Italia alza la testa'. Matteo Salvini sale sul palco accompagnato dalle note dell'aria della Turandot di Puccini 'Vincerò', mentre dalla piazza si accendono fumogeni tricolori. Salvini, ora senza felpa della Polizia ma in DRAMMA AD ANCONA, SEI MORTI E CENTINAIA DI FERITI AL CONCERTO DI SFERA EBBASTA IN UNA DISCOTECA: UNO SPRAY URTICANTE: Redazione-Tragedia in provincia di Ancona dove sei persone sono morte, schiacciate dalla folla nel panico in una discoteca. A scatenare intorno all'una di notte la ressa al 'Lanterna Azzurra' di Corinaldo - che ospitava il concerto del rapper Sfera Ebbasta IL VESCOVO DI CHIOGGIA ADRIANO TESSAROLO CACCIATO DAL PRESIDE DI UNA SCUOLA PER RISPETTO DELLE ALTRE RELIGIONI: Redazione-Dopo il presepio e Gesù bambino, dalle scuole cacciano pure il vescovo. Il dirigente scolastico estremista laicista di un istituto pubblico di Porto Tolle, in provincia di Rovigo, ha impedito la visita a scuola ad Adriano Tessarollo, vescovo di Chioggia, per rispettare gli alunni delle

L'ECONOMISTA MARK FRIEDRICH: -FRA CINQUE ANNI L'EURO SARA' STORIA-

In evidenza Matthias Weik e Mark Friedrich Matthias Weik e Mark Friedrich

Redazione-La direttrice operativa del FMI Christine Lagarde ha richiesto la creazione di un fondo speciale in caso di possibili sconvolgimenti dell’eurozona.La Germania è stata l’unica a versare in questo fondo quote per un valore di più di 11 miliardi di euro all’anno. Tuttavia, Lagarde desidera evitare la creazione di un’unione di trasferimenti. Tra l’altro, persino i progetti del FMI non sono in grado di salvare l’euro, ritiene l’economista Mark Friedrich. Secondo lui questa creazione sarà solamente l’ennesimo passo verso una dittatura dell’UE.

“Dopotutto la direttrice del FMI è francese”, ha spiegato Mark Friedrich, presidente della società di consulenza Friedrich & Weik, in un’intervista rilasciata a Sputnik. “Adesso Christine Lagarde si comporta come il suo connazionale Emmanuel Marcon. Si è posta l’obiettivo di salvare l’UE e l’eurozona. Non vi è dubbio che agiscano insieme. Entrambi sono ex-banchieri e si conoscono bene a vicenda. La Germania sarà “il leader dei pagamenti”, su questo non vi sono dubbi. È un gioco studiato a tavolino. Accanto all’unione bancaria e all’introduzione di un sistema unico di contributi questo è solo un altro passo verso la dittatura dell’UE. Si accaniscono solo a cercare di salvare l’euro. Ma non è più possibile farlo. Si può solo sperare che i circoli politici tedeschi si oppongano a questo: la speranza dopotutto è l’ultima a morire, ma alla fine muore anche lei”.

La Germania dovrebbe sborsare 11,4 miliardi di euro

Secondo il progetto di Lagarde ogni Stato membro dovrebbe corrispondere annualmente al “fondo di salvataggio” lo 0,35% del PIL. Per la Germania la somma è pari a 11,4 miliardi di euro. Se in futuro in un qualsiasi debole Stato dell’eurozona scoppiasse una crisi economica, questo Stato riceverebbe automaticamente aiuti finanziari dell’ordine di miliardi di euro. “Per evitare che si ripeta una crisi, l’eurozona ha bisogno di risorse fiscali centralizzate”, ha affermato Lagarde in un discorso tenuto a Berlino.

Secondo Friedrich indipendentemente dal fatto che i progetti del FMI prenderanno vita o meno, il progetto unico di sperimentazione valutaria che prende il nome di “euro” giungerà comunque alla sua conclusione.

“L’Eurosistema non funziona”

Friedrich sostiene anche che il malfunzionamento dell’euro sia dimostrato da indicatori economici: l’euro è troppo debole per la Germania e troppo forte per gli Stati dell’Europa meridionale. “Questa situazione non cambierà in futuro. È chiaro che vengano prese misure per salvare l’euro. Forse un tentativo della BCE o della Banca centrale di un singolo Stato membro potrebbe rivelarsi vincente, ma alla fine l’euro è destinato a fallire. E questi giochetti non cambieranno nulla. Si prende tempo perché non sarà possibile risolvere i problemi fondamentali di questa sfortunata struttura”.

“L’unione di trasferimenti in Europa esiste da tempo”

Lagarde tenta in tutti i modi di evitare che si pensi che il fondo da lei proposto alla fine porterà alla creazione di un’unione europea dei trasferimenti. Come lei stessa, nel discorso tenuto a Berlino, ha sottolineato, tra l’altro in tedesco, gli Stati dell’eurozona dovranno farsi carico di una “responsabilità personale”. Inoltre, all’interno del fondo sono previsti meccanismi chiari volti a prevenire situazioni in cui a uno Stato venga permesso di “poltrire su un’amaca” perché tanto sono gli altri a pagare.

Tuttavia l’unione dei trasferimenti esiste da tempo, sottolinea l’esperto. Nel Trattato di Lisbona non è stata prevista, ma in seguito è stato introdotto dalla porta di servizio nel trattato un articolo a riguardo. La BCE, secondo Friedrich, si occupa di finanziamenti statali illeciti accaparrandosi titoli di Stato.

“Siamo in presenza di un’unione di trasferimenti da nord a sud”, sostiene l’economista. “Stiamo unendo i debiti. A un certo punto la questione interesserà anche i bond europei. Li chiameranno in un altro modo e daranno loro un volto nuovo, ma più o meno tutto ciò che avevano escluso all’inizio, c’è già. È uno scandalo senza precedenti”.

Si arriverà alla dittatura dell’UE”

Dopo l’introduzione del sistema europeo dei contributi fiscali, i cittadini dovranno tirar via i propri quattrini dai conti. E a quel punto ci vorrà poco prima che collassi una qualche debole banca spagnola o italiana e che tocchi a qualcuno, in particolari ai tedeschi, sborsare i soldi. Per mantenere il proprio patrimonio saranno indispensabili i beni materiali”, suppone il consulente finanziario Friedrich. Secondo lui, in futuro come mezzi di pagamento si useranno anche le criptovalute.

Quanto alle prospettive dell’Europa, le sue previsioni sono sconfortanti:

“Stiamo andando verso una grande dittatura dell’UE: un ministro delle finanze unico, un bilancio proprio, un esercito proprio e così via. Rimane un sogno ma loro cercheranno sicuramente di realizzare quest’idea. Non è difficile immaginarne le conseguenze. In Germania abbiamo già perduto parte dei nostri diritti. Le leggi dell’UE superano sempre quelle nazionali. Questi eventi non in linea con i principi democratici devono spaventare i cittadini. Oggi tentano di creare dalla porta di servizio

un super Stato che tuttavia sarà del tutto illegittimo”.

Fonte:stopeuro.org

Ultima modifica ilMartedì, 10 Aprile 2018 13:16

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.