BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
METEO, ANCORA UN'IRRUZIONE ARTICA IN ARRIVO: TEMPORALI A RAFFICA E TANTO FRESCO: Redazione- Prossima settima irruzione Artica: di nuovo fresco e raffica di temporali sull'ItaliaLa PROSSIMA SETTIMANA si presenterà molto dinamica dal punto di vista meteo a causa dell'arrivo di una nuova IRRUZIONE ARTICA, di conseguenza ancora FRESCO e una RAFFICA di AVEZZANO, UN SUCCESSO IL SEMINARIO FGAS-CONFARTIGIANATO IMPRESE: Redazione- Si è concluso con successo il primo appuntamento di formazione e informazione che CONFARTIGIANATO IMPRESE AVEZZANO ha organizzato sull’importante e delicato tema degli FGAS (GAS FLUORURATI – AD EFFETTO SERRA).  L’incontro, seguito da una folta presenza di installatori e A MANI NUDE, IL ROMANZO D'ESORDIO DI FILIPPO GATTI: Redazione- Successo per la conferenza stampa di presentazione del romanzo d’esordio di Filippo Gatti “A Mani Nude” che si è svolta a Ponte Milvio nella redazione di RomaOggi.eu, martedi 21 maggio.Molte le testate  accreditate, intervenute per conoscere il talentuoso scrittore, che ha raccontato ARSOLI, IL CONSIGLIO DI STATO DA' RAGIONE AL GRUPPO DI MINORANZA -VOLTA LA CARTA- SULLA VICENDA TARI: Redazione- Finalmente la vicenda TARI, approdata al Quirinale nel 2016, è giunta alla conclusione. Giustizia è fatta per i cittadini arsolani.Il Consiglio di Stato con parere n°01516/2019 del 20.05.2019 si è pronunciato rispetto al ricorso TARI presentato nel gennaio 2016 CARSOLI, SOSPENSIONE DELLA CIRCOLAZIONE FERROVIARIA DA LUNEDI' 29 LUGLIO A DOMENICA 18 AGOSTO: Da lunedì 29 luglio a domenica 18 agosto Redazione- Cantieri aperti fra Carsoli e Castelmadama, sulla linea FL2 Roma-Tivoli-Avezzano-Sulmona. I lavori riguarderanno l’attivazione di nuove tecnologie che regolano la circolazione ferroviaria, l’ACC–M, nelle stazioni di Roviano e Mandela. I due nuovi FRANCAVILLA AL MARE, MUM ART V EDIZIONE: OMAGGIO A MAURIZIO ROMANI: Francavilla al Mare, MU.MI. Museo Michetti 25 Maggio - 10 Giugno 2019 Redazione-Sabato 25 Maggio alle ore 18,30 si inaugurerà, negli spazi del prestigioso Mu.Mi. (Museo Michetti) a Francavilla al Mare, la V Edizione di MumArt, a cura di Giuseppe Bacci, SI RINNOVA LA TRADIZIONE: IL 2 GIUGNO TORNA A ROCCA DI MEZZO LA FESTA DEL NARCISO: Redazione-Correva l'anno 1947 ed era da poco terminata la Seconda guerra mondiale. L’intera comunità dell’Altipiano delle Rocche si riuniva creando una festa di rinascita e speranza per far fronte alle ferite che il conflitto aveva provocato. E quale miglior modo LE DUE EUROPE: QUELLA DI S. GIOVANNI PAOLO II E DEI SOVRANISTI E L'ALTRA, LA UE DI MONTI, BONINO E: Redazione- Sul sito della Treccani è finito il micidiale soprannome che Beppe Grillo affibbiò a Mario Monti: Rigor Montis . L’“uomo del rigore” europeo-teutonico applicò all’Italia le ricette di Bruxelles e fu una mazzata pazzesca per il Paese.Crollo del pil a meno 2,5 per cento CARSOLI, AMMINISTRAZIONE NAZZARRO A FINE CORSA? ISCRITTI E SIMPATIZZANTI VORREBBERO CHE IL PD –STACCASSE LA SPINA-: Redazione-Da un convinto sostenitore del centrosinistra, già ex iscritto al Pd, Tullio Lucidi, riceviamo e integralmente pubblichiamo il seguente comunicato:<< Camminando per le strade della cittadina vedo affisso sui muri un manifesto firmato PD di Carsoli. Leggo e non so - STOP AL SOVRANISMO RELIGIOSO DELLA LEGA-, IL PIANO DI PAPA FRANCESCO CONTRO SALVINI: Redazione- “Nel deserto avanza il sovranismo religioso della Lega“. Il retroscena dinamitardo è di Massimo Franco sul Corriere della Sera e proviene direttamente dal Vaticano: la preoccupazione dell’anonimo cardinale è la stessa di Papa Francesco e delle altissimi schiere della Chiesa, Cei in testa. “Abbiamo due spine – spiega il

L'ECONOMISTA MARK FRIEDRICH: -FRA CINQUE ANNI L'EURO SARA' STORIA-

In evidenza Matthias Weik e Mark Friedrich Matthias Weik e Mark Friedrich

Redazione-La direttrice operativa del FMI Christine Lagarde ha richiesto la creazione di un fondo speciale in caso di possibili sconvolgimenti dell’eurozona.La Germania è stata l’unica a versare in questo fondo quote per un valore di più di 11 miliardi di euro all’anno. Tuttavia, Lagarde desidera evitare la creazione di un’unione di trasferimenti. Tra l’altro, persino i progetti del FMI non sono in grado di salvare l’euro, ritiene l’economista Mark Friedrich. Secondo lui questa creazione sarà solamente l’ennesimo passo verso una dittatura dell’UE.

“Dopotutto la direttrice del FMI è francese”, ha spiegato Mark Friedrich, presidente della società di consulenza Friedrich & Weik, in un’intervista rilasciata a Sputnik. “Adesso Christine Lagarde si comporta come il suo connazionale Emmanuel Marcon. Si è posta l’obiettivo di salvare l’UE e l’eurozona. Non vi è dubbio che agiscano insieme. Entrambi sono ex-banchieri e si conoscono bene a vicenda. La Germania sarà “il leader dei pagamenti”, su questo non vi sono dubbi. È un gioco studiato a tavolino. Accanto all’unione bancaria e all’introduzione di un sistema unico di contributi questo è solo un altro passo verso la dittatura dell’UE. Si accaniscono solo a cercare di salvare l’euro. Ma non è più possibile farlo. Si può solo sperare che i circoli politici tedeschi si oppongano a questo: la speranza dopotutto è l’ultima a morire, ma alla fine muore anche lei”.

La Germania dovrebbe sborsare 11,4 miliardi di euro

Secondo il progetto di Lagarde ogni Stato membro dovrebbe corrispondere annualmente al “fondo di salvataggio” lo 0,35% del PIL. Per la Germania la somma è pari a 11,4 miliardi di euro. Se in futuro in un qualsiasi debole Stato dell’eurozona scoppiasse una crisi economica, questo Stato riceverebbe automaticamente aiuti finanziari dell’ordine di miliardi di euro. “Per evitare che si ripeta una crisi, l’eurozona ha bisogno di risorse fiscali centralizzate”, ha affermato Lagarde in un discorso tenuto a Berlino.

Secondo Friedrich indipendentemente dal fatto che i progetti del FMI prenderanno vita o meno, il progetto unico di sperimentazione valutaria che prende il nome di “euro” giungerà comunque alla sua conclusione.

“L’Eurosistema non funziona”

Friedrich sostiene anche che il malfunzionamento dell’euro sia dimostrato da indicatori economici: l’euro è troppo debole per la Germania e troppo forte per gli Stati dell’Europa meridionale. “Questa situazione non cambierà in futuro. È chiaro che vengano prese misure per salvare l’euro. Forse un tentativo della BCE o della Banca centrale di un singolo Stato membro potrebbe rivelarsi vincente, ma alla fine l’euro è destinato a fallire. E questi giochetti non cambieranno nulla. Si prende tempo perché non sarà possibile risolvere i problemi fondamentali di questa sfortunata struttura”.

“L’unione di trasferimenti in Europa esiste da tempo”

Lagarde tenta in tutti i modi di evitare che si pensi che il fondo da lei proposto alla fine porterà alla creazione di un’unione europea dei trasferimenti. Come lei stessa, nel discorso tenuto a Berlino, ha sottolineato, tra l’altro in tedesco, gli Stati dell’eurozona dovranno farsi carico di una “responsabilità personale”. Inoltre, all’interno del fondo sono previsti meccanismi chiari volti a prevenire situazioni in cui a uno Stato venga permesso di “poltrire su un’amaca” perché tanto sono gli altri a pagare.

Tuttavia l’unione dei trasferimenti esiste da tempo, sottolinea l’esperto. Nel Trattato di Lisbona non è stata prevista, ma in seguito è stato introdotto dalla porta di servizio nel trattato un articolo a riguardo. La BCE, secondo Friedrich, si occupa di finanziamenti statali illeciti accaparrandosi titoli di Stato.

“Siamo in presenza di un’unione di trasferimenti da nord a sud”, sostiene l’economista. “Stiamo unendo i debiti. A un certo punto la questione interesserà anche i bond europei. Li chiameranno in un altro modo e daranno loro un volto nuovo, ma più o meno tutto ciò che avevano escluso all’inizio, c’è già. È uno scandalo senza precedenti”.

Si arriverà alla dittatura dell’UE”

Dopo l’introduzione del sistema europeo dei contributi fiscali, i cittadini dovranno tirar via i propri quattrini dai conti. E a quel punto ci vorrà poco prima che collassi una qualche debole banca spagnola o italiana e che tocchi a qualcuno, in particolari ai tedeschi, sborsare i soldi. Per mantenere il proprio patrimonio saranno indispensabili i beni materiali”, suppone il consulente finanziario Friedrich. Secondo lui, in futuro come mezzi di pagamento si useranno anche le criptovalute.

Quanto alle prospettive dell’Europa, le sue previsioni sono sconfortanti:

“Stiamo andando verso una grande dittatura dell’UE: un ministro delle finanze unico, un bilancio proprio, un esercito proprio e così via. Rimane un sogno ma loro cercheranno sicuramente di realizzare quest’idea. Non è difficile immaginarne le conseguenze. In Germania abbiamo già perduto parte dei nostri diritti. Le leggi dell’UE superano sempre quelle nazionali. Questi eventi non in linea con i principi democratici devono spaventare i cittadini. Oggi tentano di creare dalla porta di servizio

un super Stato che tuttavia sarà del tutto illegittimo”.

Fonte:stopeuro.org

Ultima modifica ilMartedì, 10 Aprile 2018 13:16

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.