BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
I SACERDOTI DI SINISTRA SCRIVONO ALLA CEI PER FERMARE SALVINI: -IN ITALIA STA DILAGANDO RAZZISMO E XENOFOBIA-: Redazione-Cattocomunisti, preti affaristi di estrema sinistra, sedicenti cattolici scrivono i vescovi della Conferenza Episcopale Italiana per fermare le politiche del ministro Matteo Salvini: “In Italia sta dilagando la xenofobia e il razzismo contro gli immigrati”. I falsi cattolici mentono per ARCHEO MUSICA: - NEL CUORE DEL TEMPO-: Redazione-Nella straordinaria cornice del Teatro greco-romano e nell’incantevole area del Tempio ionico di Marasà, entrambi ricadenti nel Parco Archeologico della colonia magno-greca di Locri Epizefiri, situato a pochi chilometri dall’odierno centro cittadino di Locri, verranno proposti nel mese di luglio 36° PREMIO INTERNAZIONALE -FONTANE DI ROMA- GIOVEDI' 19 LUGLIO, ALLE ORE 18:00, PRESSO LA SALA ALESSANDRINA, LUNGOTEVERE IN SASSIA N°3: Redazione-Giovedì 19 Luglio 2018, ore 18, alla Sala Alessandrina dell’Accademia di Storia Arte Sanitaria (Lungotevere in Sassia, 3 - 00193 Roma /Tel. 06.6833262), avrà luogo la cerimonia per la consegna del 36° Premio Internazionale FONTANE DI ROMA, Arte - Cultura - CARSOLI, AL VIA DOMANI, CON IL CONCERTO PER FLAUTO SOLO DI FRANCESCA TIMPERI, LA VI EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE-MOMENTI MUSICALI-: Redazione-Prenderà il via, domani con il Concerto per Flauto solo di Francesca Timperi  alle ore 21:00 a Carsoli (AQ) presso la chiesa della Madonna del Carmine in piazza della Libertà n.1, la sesta edizione del Festival Internazionale "Momenti Musicali" della SUCCESSO DI SALVINI E CONTE, L'ITALIA PIEGA L'EUROPA: FRANCIA E MALTA SI PRENDONO 50 MIGRANTI A TESTA. GLI ALTRI IN: Redazione-Dopo sette anni di sottomissioni l’Italia riesce a piegare l’Europa. Francia e Malta si prenderanno 50 migranti a testa dei 450 a bordo delle nostre navi militari. Il resto dei clandestini, come ha comunicato il premier Conte, saranno ridistribuiti in CARSOLI, CONTINUA IL RECUPERO DEI RIFIUTI ABBANDONATI PER STRADA: Redazione-Continua la attività di recupero dei rifiuti abbandonati per strada. L'assessore Mario Mazzetti rivolge << un ringraziamento al personale dell' Aciam che opera nel nostro comune, al loro coordinatore Angelo S. e al nostro dipendente Walter per il livello di INTONACI 2018: Redazione-Nella sua entusiasmante evoluzione il progetto Intonaci quest’anno, tra gli altri, prevede due interventi davvero particolari.Il primo riguarda la realizzazione di una fonte battesimale nella centrale chiesa di S. Giuseppe. Infatti nonostante nel paesino di Tufo si possa contare la BAMBINI DIPINTI PER IL GAY PRIDE AL CAMPO ESTIVO: L'IRA DELLE MAMME: Redazione-TIro alla fune, tombola, una partitella a calcio. Da un campo estivo un genitore si aspetta cose del genere. Di certo non i festeggiamenti per il Gay Pride. Che è quanto hanno invece messo in scena due educatrici della scuola -CARRUFO E LE SUE ORIGNI-, CONFERENZA DEL PROF.RE FABIO REDI DOCENTE DI ARCHEOLOGIA MEDIOEVALE DELL'UNIVERSITA' DELL'AQUILA: Redazione-E’ giusto che un paese, anche se molto piccolo, voglia conoscere le sue origini, il che vuol dire trovare gli elementi utili per ricostruire la sua storia. Carrufo, frazione di Villa Santa Lucia, un borgo alle pendici del Gran Sasso FUCINO, ACQUA, TERRA E INFANZIA: VIAGGIO NELLA MEMORIA NELLO SPAZIO LETTERARIO DELLE -VACANZE LUCHESI-: Redazione-Un viaggio nella memoria attraverso i luoghi, per riscoprire che "casa" è laddove pensieri, emozioni, esperienza e consapevolezze hanno preso forma in un caleidoscopio di prime volte. É questo è il filo conduttore dell'opera "“Fucino, acqua, terra e infanzia”, dello

ITALIANI IN VIA DI ESTINZIONE: NEL 2100 GLI IMMIGRATI SARANNO 40 MILIONI

In evidenza Migranti Migranti

Redazione-Gli italiani sono in via di estinzione. Uno studio olandese dà ragione al candidato alla Regione Lombardia Attilio Fontana: nel 2100 di immigrati in Italia saranno 40 milioni. Se si continua a lottare per la sinistra o per i servi di Bruxelles, presenti anche nel centro-destra, anche prima del 2100.Senza immigrati la popolazione dell’Italia crollerà da 60 milioni oggi a 20 milioni entro la fine del secolo. Invece, con i flussi di immigrati attuali e previsti la metà della popolazione italiana sarà fatta di immigrati o figli di immigrati entro 60 anni, cioè entro una sola generazione.

Questo significa che il numero di immigrati in Italia sta per esplodere da 5 milioni di oggi (dati Istat) a 40 milioni entro il 2100. E che ogni anno fino alla fine del 21° secolo saranno 250mila italiani in meno.Questo quadro devastante del vero impatto dell’immigrazione di massa sull’Italia è stato scoperto da un thinktank olandese e pubblichiamo in esclusiva i risultati della loro ricerca. Secondo i dati ufficiali dell’Istat, la popolazione italiana rimarrà stabilmente ferma intorno ai 60 milioni nel corso del ventunesimo secolo. Ciò però che i demografici di Stato nascondono, oppure sulla quale tacciono, è la vera spiegazione ora svelata chiaro e tondo – e senza equivoci dai ricercatori olandesi di Gefira, un thinktank indipendente di Amsterdam. Per farlo, hanno sviluppato un software in grado di simulare i cambiamenti demografici di un Paese escludendo dal calcolo l’elemento immigrati. Hanno battezzato questo software «Cerberus 2.0» come il nome del cane feroce con tre teste che secondo gli antichi greci faceva la guardia all’ingresso del mondo sotterraneo.

Sono stati gli stessi ricercatori di Gefira nel novembre 2016 a produrre un video diventato virale, basato sui movimenti delle navi civili e commerciali tracciati in tempo reale dai siti Marine Traffic, per svelare la verità sugli opachi rapporti tra Ong e scafisti vicini alla costa libica. Quel video è poi stato ripreso dal blogger italiano Luca Donadel lo scorso marzo per produrre un altro video che ha fatto un clamore enorme in Italia

Ci sono tre elementi che fanno crescere o calare la popolazione di un Paese: le nascita, le morti e la net migration (migrazione netta, cioè, la differenza fra immigrati e emigrati). Per mantenere la sua popolazione, un Paese ha bisogno di un tasso di fertilità di 2,1 bambini per ogni donna in età fertile. L’Italia invece, nonostante il fatto che è un Paese cattolico e malgrado le prediche della Chiesa di fare figli, i figli non li fa. Di conseguenza, le donne italiane hanno uno dei tassi più bassi di fertilità al mondo (1,34) che è simile a quello delle donne giapponesi. Mentre in Italia gli esperti prevedono una popolazione stabilmente ferma sui 60 milioni questo secolo, nel Giappone invece prevedono un crollo disastroso nella sua popolazione del 60% entro 2100. Ed è stato proprio il caso giapponese a spingere il direttore di Gefira, Taco Dankers, a sviluppare il suo software «Cerberus 2.0». Dankers ci ha spiegato: «Mi sono chiesto: come mai in Italia, e in Europa in generale, le popolazioni secondo le previsioni ufficiali, sono in crescita o stabili, mentre nel Giappone la popolazione è in caduta libera. Ho cercato spiegazioni sui siti officiali di ogni Paese tipo Istat in Italia, oppure sul sito dell’Unione europea di Eurostat. Niente».

Finora Gefira ha sguinzagliato «Cerberus 2.0» sulla situazione demografica in Olanda ed Inghilterra, e ora in Italia, con risultati analogamente devastanti anche se diversi in ogni caso. E ha l’intenzione di fare lo stesso per ogni Paese dell’Unione europea. Dice Dankers: «Il tasso di fertilità è ugualmente basso in Giappone come in Italia ma il Giappone non accetta immigrati. Ecco, tutto lì, la differenza demografica così enorme fra i due Paesi». Ma attenzione. Non c’entra con la crescita delle popolazioni europee il fatto che gli immigrati fanno più figli. L’impatto dell’immigrazione proviene quasi esclusivamente dal volume di immigrati in arrivo previsti nei prossimi decenni. Come – appunto dimostra il software «Cerberus 2.0». Come mai non abbiamo mai sentito niente di tutto ciò dai nostri politici e demografici? Risponde: «I demografici dei vari Paesi lo sanno ma tacciano». Diciamola: quando Laura Boldrini & co. strilla agli italiani «niente migranti, niente pensioni» hanno perfettamente ragione. E allora?

Ecco la domanda

Fonte:riscattonazionale.net

Ultima modifica ilDomenica, 22 Aprile 2018 00:15

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.