BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
PADRE ALEX ZANOTELLI: -PROCESSARE SALVINI PER CRIMINI CONTRO L'UMANITA'. CHI VOTA LEGA NON E' CRISTIANO-: Redazione- “Qui siamo di fronte a un processo di disumanizzazione mai visto. Quello cui stiamo assistendo nel Mediterraneo è disprezzo totale verso le persone”. Padre Alex Zanotelli si dice “esterrefatto” per il caso di Open Arms e quello di Ocean MARE E MINIERE 2019: NERCOLEDI' 21 AGOSTO ALLE ORE 22,00, ELENA LEDDA CON LA'NTIAS A SANT'ANNA ARESI: Mare e Miniere 2019 prosegue la sua programmazione musicale a Sant'Anna Arresi dove, mercoledì 21 agosto alle ore 22.00, andrà in scena in Piazza del Nuraghe "Làntias" di Elena Ledda, recital che ruota intorno ai brani del suo recente album omonimo e GRANDE FESTA AD INTERMESOLI, IL 31 AGOSTO, PER L'INTITOLAZIONE DI UN' AREA PICNIC AD ALFONSO DI MICHELE, ALPINO DEL BATTAGLIONE: Redazione- Autorità religiose, civili, e militari e ovviamente immancabili i Gruppi alpini del teramano e la rappresentanza militare del 9° Reggimento Alpini del glorioso Battaglione L’Aquila, tutti presenti sabato 31 agosto alle ore 11 a Intermesoli, frazione di Pietracamela, nel ROVIANO, SAGRA DEI CUZZI: Redazione- Sabato 24 Agosto 2019 dalle ore 17.00 , il piccolo e caratteristico borgo di Roviano (RM) - uscita dell'autostrada A 24 Vicovaro-Mandela da Roma e Carsoli-Oricola da Avezzano - sarà la cornice ideale della "Sagra dei Cuzzi co j'ajju" , immancabile e tanto 19° FESTIVAL DEL CINEMA NATURALISTICO E AMBIENTALE: TAPPE A TERAMO E CHIETI GRAN FINALE A VERONA CON MAXI CONCERTO E: AL VIA IL 20 AGOSTO STORICA MANIFESTAZIONE, IL 30 AGOSTO SUL PALCO DEL TEATRO ROMANO BIG DELLA CANZONE  COME RED CANZIAN, DOLCENERA E VALLESI; IL DIRETTORE FORTI, ''SARA' GRANDE VETRINA PER L'ABRUZZO E LE SUE BELLEZZE'' Redazione- Divulgare il rispetto e la IL MAESTRO ORAFO GIULIANO MONTALDI PRESENTA LA SUA NUOVA CREAZIONE: UN GIOIELLO PER RENDERE OMAGGIO ALLE FAGGETE VETUSTE D'ABRUZZO, PATRIMONIO: Redazione- L'Abruzzo, con in suoi angoli nascosti, le sue bellezze paesaggistiche, la sua storia secolare, è un vero e proprio museo a cielo aperto. Quella che è stata definita come la Regione verde d'Europa, per Giuliano Montaldi, maestro orafo avezzanese, ESTATE ROMANA 2019, CHIUSURA DELLA QUINTA EDIZIONE CON I TEATRI D'ARREMBAGGIO: Redazione- Grande chiusura d’agosto con l’ultima settimana di Teatri d’Arrembaggio al Teatro del Lido di Ostia che, per la fine dell’estate, propone un week end di arte, risate e teatro con La Mirabilis Teatro e il suo Laboratorio di Arti TIMELESS, ATTUALITA' DELL'ANTICO: DAL MARE ALLA TAVOLA: Redazione- Martedì 20 agosto 2019, alle ore 18.30, a Crotone, nel Museo Archeologico Nazionale di Crotone, si terrà, nell’ambito del ciclo Timeless, attualità dell’antico, l’attesa iniziativa Dal mare alla tavola.Sarà una serata a più voci per illustrare il tema “Metodi IL GESUITA BARTOLOMEO SORGE: -SALVINI E' COME LA MAFIA- . IL WEB: -E TU SARESTI UN PRETE?-: Redazione- Negli ambienti ecclesiastici circola da anni una battuta. I misteri della Chiesa sono tre: “Quanti soldi ha il Vaticano, quanti sono gli ordini delle suore e che cosa pensa un gesuita”. Per quanto riguarda padre Bartolomeo Sorge, che  ha equiparato Matteo L'AQUILA, INAUGURAZIONE RETROSPETTIVA DELL'ARTISTA AMLETO CENCIONI: Redazione- Mercoledì 21 agosto alle ore 11:00, nel magnifico splendore dello storico Palazzo Cappa Cappelli recentemente restaurato, in via Vittorio Emanuele 23, si terrà l’inaugurazione della Retrospettiva dedicata alle opere del prestigioso artista aquilano Amleto Cencioni, scomparso 25 anni fa.L’iniziativa,

MANIFESTAZIONE A ROMA, L'ODIO DEI MIGRANTI SU SALVINI: -ASSASSINO-

Migranti manifestanti a Roma Migranti manifestanti a Roma

Il corteo a Roma degli immigrati con l'Usb e Potere al Popolo. L'accusa choc: "Di Maio e Salvini governo di assassini"

Redazione-Stato che vai, gilet gialli che trovi. Se Parigi ha dovuto fare i conti con le proteste di piazza per tasse e servizi sociali, Roma s'è risvegliata col corteo che mette insieme tutti i simboli della sinistra di oggi: i migranti, il presunto razzismo, il livore contro Salvini (un po' pure contro Di Maio) e le bandiere rosse di comunista memoria con tanto di nostalgica falce e martello.

Si sono raduntati "per i diritti dei migranti" in piazza della Repubblica. Un migliaio di manifestanti in tutto, soprattutto stranieri di origine africana accompagnati da studenti, attivisti dell'Usb e "compagni" di Potere al Popolo. Tutto e il contrario di tutto, con un retrogusto fuori da ogni tempo. Gli altoparlanti sparano musica di Bob Marley, i manifestanti ballano, alzano orgogliosi il pugno chiuso e mostrano un cartello con Karl Mark vestito col gilet giallo.

"Di Maio, Salvini, vaffanculo", urlano gli stranieri. E ancora: "Sibito, subito il permesso di soggiorno". Protestano contro il decreto Sicurezza voluto da Salvini, il ministro dell'Interno che non temono di definire "assassino". "Indossiamo questi abiti perchè siamo arrabbiati per il razzismo che dobbiamo subire ogni giorno. Molti di noi fuggono da guerre e povertà, chiediamo solo diritti, il permesso di soggiorno", dice un ragazzo che proviene dal Mali. Gli fa eco un collega di schieramento: "Noi non siamo criminali, siamo lavoratori, siamo gli schiavi dei campi di lavoro che non volete vedere, quelli che raccolgono le verdure che poi mangiate. Immigrazione non vuol dire criminalità, noi siamo spesso sfruttati dalla criminalità, nei nostri viaggi per arrivare qui, sul lavoro. Chiediamo solo di non essere più invisibili, di ottenere diritti: casa, lavoro".

Gli slogan sono sempre gli stessi. Sono la propaganda (a modo loro) di una parte politica che sembra voler disegnare un Paese che però non esiste: descrivono un'Italia necessariamente brutta, cattiva e xenofoba. Ma non è così. Il decreto Sicurezza è legge ormai, va accettato. È una norma votata legittimamente da un Parlamento eletto democraticamente. Si può dissentire, certo. Ma senza insultare e additare chi lo approva come un "razzista". "Chi scappa dalla guerra va accolto, non buttato per strada", scrivono sui cartelloni i migranti in marcia.

Ma nessuno l'ha mai messo in dubbio. Basterebbe leggere fino in fondo il decreto.

Fonte:ilgiornale.it

Ultima modifica ilDomenica, 23 Dicembre 2018 23:07

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.