BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
A24, A25, SI VA VERSO UN NUOVO PROBABILE RINVIO DELL'AUMENTO DEI PEDAGGI PREVISTO PER IL PROSSIMO 30 NOVEMBRE: Redazione- E' forse scongiurato l'aumento delle tariffe autostradali sulla A24 e A25 che sarebbe dovuto scattare il 30 novembre prossimo (poco più di una settimana). Solo una indiscrezione, al momento, in attesa di saperne di più dal Ministero delle Infrastrutture INDUSTRIE FLUVIALI A ROMA: Redazione- Industrie Fluviali, il nuovo ecosistema cultura di Roma nato dall’archeologia industriale dell’ex Lavatoio Lanario Sonnino in Via del Porto Fluviale, conferma la sua natura e la sua mission di finestra sul mondo e casa di tutti, di bottega di CNA AVEZZANO: SEMINARIO INFORMATIVO SULLE OPPORTUNITA' E INCENTIVI PER LE IMPRESE: Redazione- L'evento dal titolo "Incentivi ed opportunità per le imprese: i nuovi scenari" organizzato dalla CNA territoriale di Avezzano, si terrà martedì 26 Novembre, a partire dalle ore 17.00, presso la Sala Nicola Irti (ex Scuola Montessori), in Via G. Fontana ad Avezzano. L'intento è AVEZZANO, AL VIA LA IV CAMPAGNA NAZIONALE CONTRO LE TRUFFE AGLI ANZIANI: Redazione- Al via la “IV Campagna nazionale di informazione e sensibilizzazione contro le truffe e i raggiri agli anziani” promossa da Anap Confartigianato, Ministero dell’Interno, Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Direzione Centrale della Polizia Criminale, con il contributo della Polizia POSTE ITALIANE: GLI STAKEHOLDER AL CENTRO PER SCRIVERE INSIEME LA STRATEGIA DI SOSTENIBILITÀ 2020: Più di 400 partecipanti alla terza edizione del Forum Multistakeholder L’AD Del Fante: “Essere sostenibili per Poste Italiane significa condurre il business seguendo regole, percorsi e principi condivisi con tutti i suoi stakeholder”   Redazione – Poste Italiane ha riunito oggi a Roma COSENZA, PALAZZO ARNONE: MOSTRA OVERLAP: Redazione- Mercoledì 20 novembre 2019, alle ore 17.00, a Cosenza, Palazzo Arnone, la Galleria nazionale di Cosenza e BoCs Art presentano OVERLAP.La mostra collettiva, a cura di Andrea Croce e Michela Murialdo, si pone come obiettivo quello di indagare sempre LO CHEF STELLATO DOMENICO IAVARONE OSPITE AL SECONDO APPUNTAMENTO DELLA RASSEGNA -5 SENSES DINNER-: Cena a quattro mani con lo chef Gustavo Milione al Via Porto Bistrot, martedì 26 novembre alle 20.30 Redazione- Il Via Porto Bistrot di Salerno diventa nuovamente palcoscenico di una cena indimenticabile organizzata in occasione della rassegna “5 Senses Dinner” in SE L'ABITO -SPOSA- LA DANZA, IL MATRIMONIO E' UNO SPETTACOLO: La sposa – Odette di Salvatore Pappacena Redazione- La nuova collezione sposa di Salvatore Pappacena scardina i canoni dell’abito da sposa classico: il couturier campano ha contemporaneamente alleggerito e impreziosito il vestito del giorno più importante della vita di una donna, proprio per CARSOLI, SOCIETA’ DI SERVIZI CERCA PERSONALE FULL-TIME E/O PART-TIME: RETRIBUZIONE AI MASSIMI LIVELLI DI MERCATO: Società di servizi cerca full-time e/o part-time ,per proprio call center, PENSIONATI E/O CASALINGHE, anche senza esperienza, ma desiderosi di misurarsi con una realtà nuova e stimolante. RETRIBUZIONE ai massimi livelli di mercato e comunque, commisurata all’impegno e ai risultati conseguiti. INVIARE RISPARMIO: GLI ABRUZZESI SCELGONO BUONI FRUTTIFERI E LIBRETTI POSTALI: Redazione- I buoni fruttiferi e i libretti postali restano tra le forme di risparmio più amate dagli italiani. Su tutto il territorio nazionale, il totale dei buoni postali sfiora quota 52 milioni (dato aggiornato al 30 settembre 2019) e quello

TORTELLINI ISLAMIZZATI E CROCEFISSI NELLE SCUOLE: LA DERIVA DELLA CHIESA BERGOGLIANA

Papa Francesco Papa Francesco

Redazione- Dobbiamo dircelo: oggi una delle minacce per il cristianesimo nel mondo viene proprio dalla Chiesa cattolica. O perlomeno dalle sue gerarchie, a cominciare dal pontefice. Che non è cosa di poco conto. E si badi che scrivo non dal punto di vista di un cattolicesimo apocalittico e tradizionalista (curioso aggettivo: ogni cattolico dovrebbe essere tradizionalista). Ma piuttosto parlo da “cattolico ateo”, come si definiva il grande scrittore nazionalista francese Philippe Barrès: oggi si dice “ateo devoto” o, in inglese, teo-con. Da questo punto di vista, ci appare chiaro che l’attuale vertice cattolico, se non nemico del cristianesimo, è di certo ostile all’identità occidentale. Che, ricordiamolo, non è una definizione geografica ma culturale.

Occidente, come insegna Leo Strauss, è Atene, Gerusalemme, Roma, nella duplice veste di romanità e di cristianesimo. E proprio il cristianesimo rielabora classicità ed ebraismo con ciò fondando l’identità occidentale, con il suo correlato di liberalismo, tolleranza, democrazia. Tutto ciò, per cui avevano combattuto i due grandi pontefici Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, è stato gettato via dall’attuale, che sta conformando sul piano mondiale una chiesa che rompe in maniera chirurgica con l’eredità occidentale.

I due casi di ieri, i tortellini islamizzati e i crocefissi nelle scuole, sono solo due sintomi di questa deriva della chiesa bergoglista. Ha poco da lamentarsi la curia bolognese sulla supposta montatura del caso. Da un lato, l’arcivescovo Zuppi ha lanciato un ballon d’essai aspettando la reazione, e quando questa è stata una corale protesta, ha innestato la retro: come un sottosegretario qualsiasi. Dall’altro le false notizie (ammesso il caso lo fosse) sono interessanti proprio perché false. Zuppi è infatti tanto considerato un amico dell’Islam che nessuno si è stupito e tutti hanno preso per buona la versione. Nei confronti dell’islam, Zuppi e le teste di punta della chiesa bergoglista perseguono infatti quella che la scrittrice isreeliana Bat Ye’or chiama la dhimmitudine, cioè la sottomissione patteggiata, una strategia utilizzata dalle chiese cristiane nei paesi islamici, e che ha condotto alla loro decimazione. C’è indubbiamente anche un sovrappiù d’arguzia gesuitica, del tipo io cedo sulla carne di maiale in cambio di non belligeranza da parte dell’islam.

Ma, appunto, l’Islam non ragiona così: questi patteggiamenti sono considerati, non a torto, come segnali di debolezza, di cui profittare. Riguardo la questione della alimentazione e della carne di maiale, è da anni che in tutti i paesi europei questo argomento crea tensioni, tanto che vi intervenne persino il presidente Sarkozy. Gli islamici non vogliono infatti scegliere tra maiale e pollo: esigono che nelle mense scolastiche il porco sia bandito perché contamina tutto. Ora si da il caso che il maiale, come scrive in un bel libro lo storico Michel Pastoureau (Il maiale. Storia di un cugino poco amato, Ponte alle Grazie) sia un simbolo dell’Occidente e che la sua carne sia l’asse alimentare (quindi, identitario) di Francia, Italia, Spagna, Germania e cosi via. Agli occhi delle organizzazioni islamiche la battaglia per l’eliminazione del maiale è campale e la sua vittoria costituirebbe

un regresso per noi e un passo verso la sottomissione.

Fonte:nicolaporro.it

Ultima modifica ilLunedì, 28 Ottobre 2019 10:44

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.