BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SONO SOLO SEI BANALITA' IL PROGRAMMA DELLE SARDINE CHE, ALLA FINE, LE ANCHE PRETENDONO: Redazione- Le attendevamo impazienti, queste benedette proposte politiche delle sardine. Le abbiamo viste scendere in piazza, riempire programmi televisivi, occupare prime pagine dei giornali. Sono un bel colpo d’occhio, ma dopo una decina di flash mob al grido “Bella Ciao” e NATALE AL MUSEO....GIOCANDO SI IMPARA: Redazione- Martedì 17 dicembre 2019, dalle ore 17.00 alle ore 21.00, a Lamezia Terme (Catanzaro), il Museo archeologico Lametino, afferente al Polo museale della Calabria, proporrà, con l’avvicinarsi delle festività natalizie, l’iniziativa NATALE AL MUSEO…Giocando si impara! Sarà un divertente 1959-2019, CINQUANTA ANNI DI INGEGNERIA A ROIO: LUNEDÌ 16 DICEMBRE 2019 POLO DIDATTICO MONTELUCO DI ROIO: Redazione- Il giorno 16 dicembre alle ore 11.00, presso l'Aula magna del Polo didattico di Monteluco di Roio, si terrà la celebrazione dei 50 anni di vita dei Corsi di Laurea in Ingegneria nella loro gloriosa Facoltà posizionata sul colle FRATELLI D'ITALIA: RICCARDO ZAZZA NOMINATO MEMBRO DEL DIRETTIVO REGIONALE: Redazione- Nominati i membri del Direttivo di Fratelli d’Italia.Ad annunciarlo la coordinatrice Marsicana  Benedetta Fasciani in accordo con il Commissario provinciale e Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi.Il direttivo sarà composto da Massimo Verrecchia, già Deputato e braccio destro del Governatore Marsilio, PAPA FRANCESCO: -LA MADRE DI GESU' E' METICCIA E HA RESO DIO METICCIO-. VATICAN NEWS DEFINISCE LA -VIRGEN DE GUADALUPE-: Redazione- Il Papa, in occasione della festa per la Madonna di Guadalupe, ha parlato del ruolo svolto dalla Vergine per rendere Dio "meticcio"Le frasi rilasciate oggi dal Papa durante la celebrazione della Madonna di Guadalupe, che è la patrona del ASPETTANDO IL NATALE.....AL MUSEO: Redazione- Sabato 14 dicembre 2019, dalle ore 16.30 alle ore 19.00, a Monasterace, caratteristico centro del reggino, il Museo Archeologico dell’antica Kaulon, diretto dalla dottoressa Rossella Agostino, propone, in linea con le festività natalizie, Aspettando il Natale … al Museo.L’iniziativa, DOMANI, 14 DICEMBRE, SARA FAVARO' INAUGURERA' IL FESTIVAL DELLA MANDORLA A VICARI: Redazione- Secondo appuntamento a Vicari, in provincia di Palermo, con il Festival della Mandorla. Per l'occasione il Comune di Vicari con la Pro Loco hanno organizzato una serie di eventi comprensivi di degustazione di prodotti dolciari e salati, con utilizzo LA TEMPESTA DI SANTA LUCIA SI ABBATTE SU CARSOLI E LA PIANA DEL CAVALIERE: ALBERI CADUTI E STRADE ALLAGATE: Redazione-Vento di maestrale a quasi cento chilometri orari ha provocato, oggi, una situazione davvero difficile nel nostro territorio. La “tempesta di Santa Lucia”, ovvero l’ennesima ondata di maltempo di questo terribile autunno 2019, non è arrivata in mattinata, come era ALBANO, IL 33° LISZT FESTIVAL PRESENTA: -MIA DOLCISSIMA CLARA-: Redazione- Il 33° Liszt Festival di Albano, già presente come eccellenza italiana nell'anno Europeo della Musica, prosegue il 15 dicembre con un omaggio per i 200 anni dalla nascita di una delle donne più influenti della musica di tutti i IL 2019 ANNO DI CRESCITA PER LA PATATA DEL FUCINO IGP UN CONVEGNO DI ANALISI E PROSPETTIVE VENERDÌ 13: Redazione- Per la Patata del Fucino IGP si conclude un 2019 pieno di grandi traguardi e importanti investimenti, oggetto di un convegno dedicato all’analisi di quanto prodotto e agli investimenti futuri.Venerdì 13 dicembre presso il Ristorante “Madonna del Pozzo” a

ROMA, MOSTRA FOTOGRAFICA DI AURORA MALETIK: -UNO SI DISTRAE AL BIVIO-

Aurora Maletik, Uno si distrae al bivio Aurora Maletik, Uno si distrae al bivio

Redazione-Una ricerca fotografica orientata a favorire “l’idea del vedere fine a se stesso”, persiste nelle esperienza in corso o, almeno, si dà come linea preminente. È quanto segnalava, già dagli anni settanta, Susan Sontang riflettendo sulla fotografia, estendendo l’analisi al rapporto tra realtà e immagine nella società contemporanea, come chiarisce il sottotitolo, del suo ben noto saggio Sulla fotografia. Tale rilievo investe un concetto più ampio, toccando aspetti che chiamano in causa l’esercizio del vedere, alla luce oggi del ruolo che le immagini hanno nei sistemi della comunicazione, alla capacità che esse mostrano nel rapido e perentorio rinnovarsi delle tecnologie digitali. Eppure quella che genericamente è indicata come fotografia ‘artistica’ ha fatto maggiore presa da quando si è passati dall’analogico al digitale, aprendo lo sguardo ad un ventaglio di esperienze che hanno risposto a quanto affermava Alfred Stieglitz: “La fotografia è la mia passione, la ricerca della verità la mia ossessione”.

Tale esercizio della fotografia connota il registro che tiene insieme i diversi momenti, dettati dalle esperienze condotte in questi anni da Aurora Maletik. Esse seguono un fil rouge narrativo, teso tra il paesaggio, dalla Maletik non riconosciuto come scena, bensì luogo di un dialogo corale con la natura che incornicia Matera con le sue tufacee architetture, fatte affiorate dalla Gravina e la costruzione di un’immagine che si presta a varcare la soglia della visione percettiva del reale e spingersi oltre, in un reale che non può essere condiviso. Uno specchio messo su da Aurora Maletik con cura, disposto, come lei stessa fa intendere dal titolo dato a questa mostra, ove le strade si separano, ossia al bivio. La fotografia si fa specchio e le sovrapposizioni, i costruiti giochi di riflessi intrecciati tra loro, gli sguardi che si allungano sul paesaggio, dichiarano la necessità di Aurora di riconoscere una dimensione interiore, obbligando, avrebbe detto Barthes, lo spettatore a domandarsi chi è effettivamente la figura messa lì in posa, se non è essa il riflesso (direi metafora?) dell’identità dell’artista.

È questo, infatti, un dato evidente che balza all’occhio, seguendo il percorso di immagini qui proposto, dal quale appare chiaro il desiderio dell’artista di tenere insieme la duplicità di uno sguardo che spazia tra interni ed esterni. Il mirino della macchina si muove, cioè, tra una dimensione intimista, ove mette a fuoco una sorta di narrazione che coglie, senza nascondere un certo voyeurismo, figure femminili in interni sfumati, celati da effetti tecnici, da vere e proprie messe in posa e inquadrature che spaziano sul paesaggio. Più che la visione dello skyline della Matera dei nostri giorni, l’attenzione è rivolta ad un luogo direi metafisico, ove i gesti, le figure spostano la loro presenza dalla realtà dello spazio a quella di un luogo mentale, appunto metafisico.

Le sue ‘donne’ conservano, appena accennati, sia i tratti delle menadi, le baccanti dei riti dionisiaci, sia, paradossalmente, quelli delle donne che accompagnano il lamento funebre. Un fotogramma segna il bivio effettivo: ritrae una giovane donna vestita di nero, con gli occhiali scuri e il velo anch’esso nero che sale le scale; in secondo piano la Matera che ascende dai sassi.

 

Info:
Aurora Maletik
Uno si distrae al bivio...

A cura Takeawaygallery
Testo critico di Massimo Bignardi
Presentazione Barbara Martusciello

Vernissage giovedì 4 aprile 2019 ore 19.00

Dal 4 aprile al 12 maggio 2019
Tutti i giorni dalle 15.00 alle 23.00

Le Tartarughe Eat & Drink
Piazza Mattei 7/8 Roma


Patrocinata da:
Municipio Roma I Centro

Matera Capitale Europea della Cultura 2019
Matera 2019 Open Future

Sponsor: Diplomatico, Aliani Cantine, Castello di Ramazzano, Basepizza

Contatti
tel: 06 64760520

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
https://www.facebook.com/events/851157948562811/

Ingresso gratuito

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.