BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SCANDALO CSM, L’INCHIESTA PALAMARA RISCHIA DI TRAVOLGERE TUTTA LA MAGISTRATURA: Redazione- Sig. Macri’, possiamo chiedere la Sua opinione riguardo questo polverone che si e’ alzato intorno all’inchiesta Palamara? <<Provo ad esprimere una mia opinione, anche se francamente come ben sapete preferisco sempre trattare temi di politica internazionale. Prima di tutto cerco IL DECRETO RILANCIO PER L'ABRUZZO E I LAVORATORI DELLA CULTURA, LUNEDI' GLI EVENTI DEL PD ABRUZZO: CONFERENZA STAMPA CON IL: Redazione- Il decreto rilancio per l’Abruzzo, e un confronto incentrato sulle questioni e i problemi che riguardano le lavoratrici e i lavoratori della cultura. Lunedì 1° giugno sono in programma due eventi, entrambi in diretta Facebook sulla pagina del Partito A 103ANNI GUARISCE DAL CORONAVIRUS E PER FESTEGGIARE SI BEVE UNA BIRRA GHIACCIATA: Redazione-  A 103 anni, questa esuberante nonnina ha vinto la sua battaglia contro il Covid-19 e così ha deciso di festeggiare con una bella birra ghiacciata. Le simpatiche foto hanno fatto il giro del mondo e ci regalano un momento AREE INTERNE E PICCOLI COMUNI, IL PD ABRUZZO INCONTRA BORGHI: -LAVORARE PER UN NUOVO RINASCIMENTO-: Redazione- Mettere a disposizione dei sindaci giovani professionisti per aiutarli nelle operazioni di riqualificazione edilizia: è la proposta, lanciata da Enrico Borghi, deputato del Partito Democratico e consigliere del Governo per la montagna, emersa nel corso dell’incontro “Green community: aree MILANO, TRAPIANTO SU 18ENNE DEI POLMONI BRUCIATI DAL CORONAVIRUS: Redazione- Francesco, 18 anni compiuti da pochi giorni, è un ragazzo sano (almeno così sembrava), senza malattie pregresse. Agli inizi di marzo il Covid-19 lo infetta e si ammala.Nel giro di pochi giorni il virus gli “brucia” i polmoni, rendendo UNA LEZIONE DI INGLESE SU RAI SCUOLA CON IL CPIA L'AQUILA: Redazione- Anche l'Abruzzo protagonista del progetto “La Scuola in Tivù – Istruzione degli adulti”. La trasmissione in onda su Rai Scuola (canale 146) dal lunedì al venerdì alle 11 e, in replica, alle 16 e alle 21. Un percorso didattico UN GESTO DI GRATITUDINE PER IL LAVORO SVOLTO FINO AD ORA: IL COMUNE E LA PRO LOCO DI ROCCA DI: Redazione- Nella mattinata di ieri 28 maggio, l'amministrazione comunale di Rocca di Mezzo (AQ) e la ProLoco del paese hanno consegnato al reparto di Malattie Infettive dell'ospedale San Salvatore dell'Aquila, diretto dal dott. Alessandro Grimaldi, un sanificatore ad ozono, tute INAUGURAZIONE DEL NUOVO RISTORANTE -ACQUERELLO- PRESSO LA GALLERIA -LE PENDICI- AD ERCOLANO: Dove le eccellenze del territorio sono trasformate in capolavori di alta cucina Redazione- Il ristorante "Acquerello" apre le sue porte sabato 30 maggio all'ultimo piano della galleria "Le Pendici" ubicata a Ercolano (in privincia di Napoli). Una location con vista sulla skyline vesuviana DECRETIAMO PARITA', LA NUOVA PROPOSTA A SOSTEGNO DELLE MADRI LAVORATRICI AD OPERA DELLA DIGITAL MEDIA STRATEGIST CAMPANA ISABELLA BORRELLI: Redazione- Le misure emergenziali alle quali noi italiani siamo stati chiamati, come lo smartworking di un’intera nazione e la chiusura temporanea di interi settori produttivi, hanno disseppellito le lacune di un sistema nazionale il cui gender gap lavorativo è il GILET ARANCIONI, MANIFESTAZIONI IN TUTTE LE PIAZZE D'ITALIA PER VOTARE LIRA E GOVERNO: Manifestazioni in simultanea in tutte le piazze d'Italia per votare la Lira, la fine del governo Conte ed istituire un’Assemblea Costituente Redazione- I Gilet Arancioni, capitanati dal Generale Antonio Pappalardo, hanno organizzato numerose manifestazioni popolari: il 30/05/2020 dalle ore 10:00 nelle

ORICOLA,INIZIATI I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SANTA RESTITUTA

Oricola- Sono iniziati, oggi ad Oricola, i Festeggiamenti in onore di Santa Restituta e San Luigi che si concluderanno Domenica sera con i tradizionali fuochi pirotecnici. Santa Restituta, apparteneva all’illustre famiglia romana dei Frangipane. Condotta da Roma a Sora da un angelo per evangelizzare la città, sembra che ella rifiutasse i suoi numerosi spasimanti e che un giorno, chiusa in preghiera, abbia visto l'arcangelo Gabriele che le annunziò il suo destino di santità e martirio. Poco dopo la visione angelica fu soggetta alla tentazione del diavolo, il quale le mostrò come sarebbe stata uccisa dai romani se avesse difeso il vangelo. Infine vide lo stesso Gesù che le assegnò il compito di evangelizzare Sora e che dopo averla addormentata, la fece trasportare per mezzo di un angelo, come il profeta Abacuc, nella città Lirinate.

A Sora la fanciulla compì il suo primo miracolo, curando dall'elefantiasi (ma qualche altro parla di lebbra) Cirillo, il quale si convertì al cristianesimo. Divenuta celebre in città per le sue opere, essa stessa affermava di essere stata mandata direttamente da Cristo per salvare la città di Sora. Intervenne contro la sua missione allora il console Agazio, che prima volle rendersi conto dei miracoli della cristiana e poi, colpito dalla sua bellezza, chiese di sposarla, rifiutato. Agazio allora ordinò per Restituta torture e carcerazione ma i militari che ne gestivano il controllo vennero rapidamente convertiti e battezzati da Cirillo. Agazio, rifiutato una seconda volta, dispose che la santa, Cirillo e due dei nuovi convertiti venissero decapitati presso Carnello, sulle sponde del fiume Fibreno il giorno 27 maggio del 275, regnava l'imperatore Aureliano, era da poco papa Eutichiano.

I cristiani, con a capo il vescovo Amasio (di cui non si hanno notizie storicamente provate), raccolsero e seppellirono i quattro corpi nell'oratorio di una casa privata in Piazza del Mercato (oggi Piazza Santa Restituta). La tradizione continua poi nel descrivere il recupero delle loro teste, all'atto dell'esecuzione gettate nel fiume e miracolosamente ritrovate dal vescovo Amasio a cui la santa era apparsa in sogno. Sempre alla tradizione orale appartiene inoltre la narrazione di numerosi miracoli compiuti dalla santa a Sora e nel circondario.

A secoli di distanza si perse il ricordo del luogo di sepoltura dei martiri e soltanto nel 1683, sotto il vescovo Guzone, furono rinvenuti proprio nella chiesa di Santa Restituta, che era stata edificata poco dopo l'editto di Costantino.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.